Angelus Domini…

Poeti

Poeti Napoletani

Poeti Romani

È la colonna sonora dei seguenti libri:

Testo Della Poesia

Angelus Domini… di Giuseppe Bernasconi

S’affaccia a mezzoggiorno
da ‘na loggetta azzura su ner Celo
e scanza co’ la mano
er velo de ‘na nuvoletta
ch’aricopre San Pietro e ‘r Vaticano.
Guarda lontano
calanno le pennazze
inzino acquasi a chiude l’occhi,
spirajo fino che lassa intravéde
sfreci e scarabbocchi
disegnati sur pelo de la tera,
cor gesso de la malafede
e slargati dar vetro der progresso:
odi de razze, creature gnude,
scene crude de guera
un fricandò de fame e de violenza
che j’aggricceno l’onne su la fronte
arzate da la sofferenza.
Ma poi slonga li labbri chiusi
pe disegnà sur viso
un soriso che invita a la speranza
e s’arisente in tutto er monno
‘na voce che dice: “Angelus Domini…”
E’ ‘r Papa Gianni Paolo Seconno
che ancora benedice.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here