Francesco vai – Liturgica e Sacra

Francesco vai – Liturgica e Sacra

WikiTesti è un progetto gratuito, tutti possono collaborare inserendo testi, spartiti e video. Perché non collabori con noi?

Testo Della Canzone

Francesco vai – Liturgica e Sacra
Quello che io vivo non mi basta più
tutto quel che avevo non mi serve più
io cercherò quello che davvero vale

e non più il servo, ma il padrone servirò.
Rit.:
Francesco vai, ripara la mia casa!
Francesco vai, non vedi che è in rovina?
E non temere: io sarò con te dovunque andrai
Francesco vai! Francesco vai!

Nel buio e nel silenzio ti ho cercato o Dio
Dal fondo della notte ho alzato il grido mio
e griderò finché non avrò risposta
per conoscere la tua volontà.
Rit.
Altissimo Signore, cosa vuoi da me?

Tutto quel che avevo l’ho donato a te.
Ti seguirò, nella gioia e nel dolore,
e dalla vita mia una lode a te farò.
Rit.
Quello che cercavo l’ho trovato qui
Ora ho riscoperto nel mio dirti “Si”
la libertà di essere figlio tuo,
fratello e sposo di madonna povertà.
Rit.
Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore.
WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

 

Accordi

   
Intro:Re- Do La7

  Re-                                Do      Re-
Quello che io vivo non mi basta più
                                           Do     Re-
tutto quel che avevo non mi serve più
            Do                       Re-
io cercherò quello che davvero vale
                  Sol-                 Sib          La
e non più il servo, ma il padrone servirò.

		                Re-   Do              Re-
Rit.:	Francesco vai, ripara la mia casa!
		Do           Re-        Do                   Fa
		Francesco vai, non vedi che è in rovina?
		              Sol-  Sib                   Fa    La            Re-    Do
		E non temere:        io sarò con te dovunque andrai
		                Re-   Sib   Do                 Re-
		Francesco vai!                 Francesco vai!

Nel buio e nel silenzio ti ho cercato o Dio
Dal fondo della notte ho alzato il grido mio
e  griderò finché non avrò risposta
per conoscere la tua volontà .

Rit.

Altissimo Signore, cosa vuoi da me?
Tutto quel che avevo l'ho donato a te.
Ti seguirò, nella gioia e nel dolore,
e dalla vita mia una lode a te farò.

Rit.

Quello che cercavo l'ho trovato qui
Ora ho riscoperto nel mio dirti "Si"
la libertà  di essere figlio tuo,
fratello e sposo di madonna povertà .

Rit.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *