Telefonami tra vent’anni – Lucio Dalla

Telefonami tra vent’anni – Lucio Dalla
heart

Le tue dediche in questa canzone

heart

Non ci sono ancora dediche in questa canzone. Diventa il primo a fare una dedica!

Scrivi qui la tua dedica per questa canzone e aspetta la conferma all'indirizzo email specificato. Wikitesti la pubblicherà nel minor tempo possibile. NOTA: La mail di conferma potrebbe finire in posta indesiderata.

A:
Da:
Tua E-mail:
Dedica:

Controllo Captcha:

Album

È contenuto nei seguenti album:

1981 Lucio Dalla
2006 12000 lune

WikiTesti è un progetto gratuito, tutti possono collaborare inserendo testi, spartiti e video. Perché non collabori con noi?

Testo Della Canzone

Telefonami tra vent’anni – Lucio Dalla

Telefonami tra vent’anni
io adesso non so cosa dirti
amore non so risponderti
e non ho voglia di capirti
Invece pensami tra vent’anni pensami
io con la barba più bianca
e una valigia in mano
con la bici da corsa
e gli occhiali da sole
fermo in qualsiasi posto del mondo
chi sa dove
tra miliardi miliardi di persone
a bocca aperta senza parole
nel vedere una mongolfiera
che si alza piano piano
e cancella dalla memoria
tutto quanto il passato
anche linee della mano
mentre dall’alto un suono
come un suono prolungato
il pensiero che è appena nato
si avvicina e scende giù
ah io sarei uno stronzo
quello che guarda troppo la televisione !
beh qualche volta lo sono stato
importante è avere in mano la situazione
non ti preoccupare
di tempo per cambiare ce n’è
così ripensami tra vent’anni ripensami
vestito da torero
una torta in mano
l’orecchio puntato verso il cielo
verso quel suono lontano lontano
ma ecco che si avvicina
con un salto siamo nel duemila
alle porte dell’universo
importante è non arrivarci in fila
ma tutti quanti in modo diverso
ognuno con i suoi mezzi
magari arrivando a pezzi
su una vecchia bicicletta da corsa
con gli occhiali da sole
il cuore nella borsa
impara il numero a memoria
poi riscrivilo sulla pelle
se telefoni tra vent’anni
butta i numeri fra le stelle
alle porte dell’universo
un telefono suona ogni sera
sotto un cielo di tutte le stelle
di un’inquietante primavera

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
G
         C       G
Telefona  tra vent'anni 

                  C        G
io adesso  non so  cosa dirti ah 

                   Am C
non so risponderti    

           Am            G
e non ho voglia  di capirti auh 

               C
invece pensami  tra vent'anni 

   G
pensami  io con la barba 

            C                   G
piu' bianca e una  valigia in mano 

                  Em
con la bici da corsa  e gli occhiali 

     Am    C
da sole fermo  

                   Am
in un qualsiasi posto del mondo 

          G
chissa' dove 

      F9                    G
tra miliardi miliardi di persone 

         F9               G
a bocca aperta  senza parole 

        F               C
nel vedere una mongolfiera 

         Em          Am7
che si alza piano piano 

       Em            Am                       D
e cancella dalla memoria tutto quanto e' passato 

                       G7
anche le linee della mano 

                    C
mentre dall'alto un suono 

        Em               Am7
come un suono prolungato 

            Em                 Am
di un pensiero che e' appena nato 

         D                G7 G
si avvicina e scende giu'    

ah io sarei lo stronzo 

               C                     G
quello che guarda troppo la televisione 

be' qualche volta lo sono stato 

          C                        G     C
l'importante avere in mano la situazione 

                Am C                  Am        G
non ti preoccupare il tempo per cambiare cen'e' 

                C
cosi' ripensami  tra vent'anni 

     G                       C
ripensami  vestito da torero 

                 G
e una torta in mano 

           C                   Am C
l'orecchio puntato verso il cielo 

              Am      G  F9   G
verso quel suono lontano lontano 

    F9               G
ma ecco che si avvicina 

                            C
con un salto siamo nel duemila 

        Em             Am7
alle porte dell' universo 

          Em                    Am
l'importante non arrivarci in fila 

             D               G7
ma tutti quanti in modo diverso 

                    C
ognuno con i suoi mezzi 

    Em               Am7
magari arrivando a pezzi 

         Em                     Am
su una vecchia bicicletta da corsa 

                      D
con gli occhiali da sole 

                  G
cuore nella borsa 

          G7           C
impara il numero a memoria 

          Em           Am7
corri scrivilo sulla pelle 

       Em             Am
se telefoni tra vent'anni 

          D              G7
butta i numeri fra le stelle 

                   C
alle porte dell'universo 

       Em                Am7
un telefono suona ogni sera 

            Em                Am
sotto il cielo di tutte le stelle 

               D         G
di un inquietante primavera 


C Em Am Em Am D G7 C Em Am Em Am D G7 C Em Am Em Am D G7

***

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Questo testo è contenuto nelle seguenti categorie:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>