Boogie


Album

È contenuto nei seguenti album:

1981 Paris milonga (Lato B)
1985 Concerti (live)
1989 Suonare, danzare … amare
1989 I primi tempi (Cd 2
1989 Paolo Conte concerti
1990 Boogie
1992 Stai seria con la faccia, ma però…
1996 Paolo Conte: the best of…
1998 The best of Paolo Conte
2006 Wonderful
2008 Blue Swing
2008 Tutto Conte…Via con Me

Testo Della Canzone

Boogie di Paolo Conte

(di: Paolo Conte)

* Ivan Graziani1984 Ventilazione
* Fiorella Mannoia2004 Concerti CD 1

Due note e il ritornello
era già nella pelle di quei due
il corpo di lei madava vampate africane,
lui sembrava un coccodrillo…

i saxes spingevano a fondo
come ciclisti gregari in fuga
e la canzone andava avanti
sempre più affondata nell’aria…

quei due continuavano,
da lei saliva afrore di coloniali
che giungevano a lui
come da una di quelle drogherie di una volta
che tenevano la porta aperta
davanti alla primavera…

qualcuno nei paraggi
cominciava a starnutire,
il vantilatore ronzava immenso
dal soffitto esausto,

i saxes, ipnotizzati…
dai movimenti di lei si spandevano
rumori di gomma e di vernice,
da lui di cuoio…

le luci saettavano
sul volto pechinese della cassiera
che fumava al mentolo,
altri sternutivano senza malizia

e la canzone andava elegante,
l’orchestra era partita,
decollava…

i musicisti,
un tutt’uno col soffitto
e il pavimento,

solo il batterista nell’ombra
guardava con sguardi cattivi…
quei due danzavano bravi,
una nuova cassiera sostituiva la prima,

questa qui aveva gli occhi da lupa
e masticava caramelle alascane,
quella musica continuava,
era una canzone che diceva e non diceva,

l’orchestra si dondolava
come un palmizio davanti a un mare venerato…
quei due sapevano a memoria
dove volevano arrivare…

un quinto personaggio esitò
prima di sternutire,
poi si rifugiò nel nulla…
era un mondo adulto,
si sbagliava da professionisti…

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

     
C# Fm A#m


Fm
DUE NOTE E IL RITORNELLO ERA GIA' NELLA PELLE DI QUEI DUE

IL CORPO DI LEI MANDAVA VAMPATE AFRICANE

                            G#
LUI SEMBRAVA UN COCCODRILLO I SAXES SPINGEVANO A FONDO

Cm                              C
COME CICLISTI GREGARI IN FUGA E LA CANZONE ANDAVA AVANTI

                               Fm
SEMPRE PIU' AFFONDATA NELL'ARIA

Fm                    C#
QUEI DUE CONTINUAVANO DA LEI SALIVA AFRORE DI COLONIALI

Fm
CHE GIUNGEVANO A LUI COME DA UNA DI QUELLE DROGHERIE DI UNA VOLTA

G#                           Cm                  Fm
CHE TENEVANO LA PORTA APERTA DAVANTI ALLA PRIMAVERA



A# F A# F C7 F A# F C7 F



Fm
QUALCUNO NEI PARAGGI COMINCIAVA A STARNUTIRE

IL VENTILATORE RONZAVA IMMENSO DAL SOFFITTO ESAUSTO

G#
I SAXES IPNOTIZZATI DAI MOVIMENTI DI LEI

         C                                                Fm
SI SPANDEVANO RUMORI DI GOMMA E DI VERNICE DA LUI DI CUOIO

Fm
LE LUCI SAETTAVANO SUL VOLTO PECHINESE DELLA CASSIERA

CHE FUMAVA AL MENTOLO ALTRI STARNUTIVANO SENZA MALIZIA

G#                                                   Fm
E LA CANZONE ANDAVA ELEGANTE L'ORCHESTRA ERA PARTITA DECOLLAVA DECOLLAVA



F A# F C7 F A# F C7 F C# Fm A#m


Fm
I MUSICISTI UN TUTT'UNO COL SOFFITTO E IL PAVIMENTO

SOLO IL BATTERISTA NELL'OMBRA GUARDAVA CON SGUARDI CATTIVI

G#                                                           C
QUEI DUE DANZAVANO BRAVI UNA NUOVA CASSIERA SOSTITUIVA LA PRIMA

                                                                 Fm
QUESTA QUI AVEVA GLI OCCHI DA LUPA E MASTICAVA CARAMELLE ALASCANE

Fm
QUELLA MUSICA CONTINUAVA ERA UNA CANZONE CHE DICEVA E NON DICEVA

                                                                    D# G#
L'ORCHESTRA SI DONDOLAVA COME UN PALMIZIO DAVANTI A UN MARE VENERATO   


Fm
QUEI DUE SAPEVANO A MEMORIA DOVE VOLEVANO ARRIVARE BOOGIE BOOGIE

Fm                                                                        D# G#
UN QUINTO PERSONAGGIO ESITO' PRIMA DI STARNUTIRE POI SI RIFUGIO' NEL NULLA   

***

Social

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here