Dall’altra parte del fiume


Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Dall'altra parte del fiume di Marco Conidi

Mio padre mi lasciò un orologio d’oro del ’63
come a dire che…
Attento ragazzo il tempo non aspetta
le cose che non dici mai
diventeranno cose che non sentirai…
le cose che non dai
diventeranno cose che poi non prenderai…
E mi portava qui
davanti a questo fiume … come oggi qui
e gli dicevo
Si…la vita che voglio non sarà così…
prendere tutto e darsi a metà
mezze bugie, mezze verità
scoprire gli altri senza scoprirsi mai
sempre bene attento a quello che fai

Lui mi diceva
Guarda laggiù
oltre le case, oltre quel buio, guarda laggiù

Dall’altra parte del fiume la vita sorride e se ne va
io resto fermo a guardere oltre le luci della città
da questa parte del fiume restiamo io e te
da questa parte…..chissà perché

Scendevamo di notte verso quel litorale
forse in fondo potevamo provare
a lasciarci alle spalle questa vecchia città
il suo buio, la sua velocità
Tu dicevi – Tesoro, non le vedi le stelle
non ne ho viste mai tante così grandi e belle…
Se coprissero tutto, anche il nostro viso
con un’ ora di pace, con un grosso sorriso

E io alzavo il tettino cosicché i tuoi capelli
ingrossati dal vento fossero più belli
costeggiando quel fiume potevamo arrivare
in un posto sicuro…dove stare a guardare

Tu mi dicevi
Guarda laggiù
oltre le case, oltre quel buio, guarda laggiù

Dall’altra parte del fiume la vita sorride e se ne va
io resto fermo a guardere oltre le luci della città
da questa parte del fiume restiamo io e te
da questa parte…..chissà perché

Da questa parte del fiume restiamo io e te
mentre la vita…chissà dov’è

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
INTRO: RE  -  DO  RE -  DO

              RE - Sib DO
Mio padre mi lasciò
              RE -          Sib DO
un orologio d'oro del '63
             RE -   Sib DO
come a dire che...
RE -                          SIb         DO
attento ragazzo il tempo non aspetta
        RE -     Sib DO
le cose che non dici mai
       RE -                     SIb    DO
Diventeranno cose che non sentirai...
             RE – Sib DO
le cose che non dai
                          RE -                           SIb      DO
Ne costruiranno altre che poi non prenderai...
                          RE -  Sib DO
E mi portava qui
                                   RE -                   SIb      DO
davanti a questo fiume ... come oggi qui
                        RE  - Sib DO
e gli dicevo Si...
                    RE -                SIb          DO
la vita che voglio non sarà così...
                 RE -        Sib             DO
prendere tutto e darsi a metà
                  RE -                  Sib DO
mezze bugie, mezze verità
                    RE -                          Sib   DO
scoprire gli altri senza scoprirsi mai
                        RE -           Sib           DO
sempre bene attento a quello che fai.
                 SIb
Lui mi diceva
                   DO
Guarda laggiù
            RE -                       Sib                           DO
oltre le case, oltre quel fiume, guarda laggiù
                   Sib                 DO
Dall'altra parte del fiume la vita sorride e
         RE -
se ne va
               Sib                   DO
io resto fermo a guardare
                                      RE -
oltre le luci della città
                   Sib                 DO                   FA    RE -
da questa parte del fiume restiamo io e te
                      Sib   DO                 RE -     DO RE - DO
da questa parte.....chissà perché




                              RE -               Sib          DO
Scendevamo di notte verso quel litorale
             RE -              Sib             DO
forse in fondo potevamo provare
                              RE –                  Sib         DO
a lasciarci alle spalle questa vecchia città
         RE -                Sib       DO
il suo buio, la sua velocità
                           RE -                Sib           DO
Tu dicevi - Tesoro, non le vedi le stelle
                                     RE -
non ne ho viste mai tante
         Sib           DO
così grandi e belle…
                       RE -               SIb            DO
Se coprissero tutto, anche il nostro viso
                      RE -                     Sib             DO
con un'ora di pace, con un grosso sorriso
                           RE -            Sib               DO
E io alzavo il tettino cosicché i tuoi capelli
                          RE -              Sib         DO
ingrossati dal vento fossero più belli
                                      RE -
costeggiando quel fiume
        Sib            DO
potevamo arrivare
                          RE -                 Sib              DO
in un posto sicuro...dove stare a guardare
              SIb
Tu mi dicevi
                  DO
Guarda laggiù
              RE -                       Sib                           DO
oltre le case, oltre quel fiume, guarda laggiù
                  Sib                 DO
Dall'altra parte del fiume la vita sorride e
           RE -
se ne va
               Sib                   DO
io resto fermo a guardare
                                    RE -
oltre le luci della città
                Sib                DO                    FA    RE -
da questa parte del fiume restiamo io e te
                     SIb   DO                  RE -   DO
da questa parte.....chissà perché
                  Sib              DO                     FA    RE -
Da questa parte del fiume restiamo io e te
                  Sib DO                  RE -
mentre la vita...chissà dov'è.

Sib DO RE – (ad libitum)

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here