Dante di Nanni


Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Dante di Nanni di Stormy Six

Nel traffico del centro pedala sopra il suo triciclo

e fischia forte alla garibaldina.

Il carico che piega le sue gambe e’ l’ingiustizia,

la vita e’ dura per Dante di Nanni.

L’alba prende il treno e c’e’ odore di porcile

sui marciapiedi della sua pazienza,

e nella testa pesano volumi di bugie.

La sera studiera’, Dante di Nanni.

Trent’anni son passati, da quel giorno che i fascisti

ci si son messi in cento ad ammazzarlo

E cento volte l’hanno ucciso, ma tu lo puoi vedere:

gira per la citta’, Dante di Nanni.

L’ho visto una mattina sulla metropolitana

E sanguinava forte, e sorrideva.

Su molte facce intorno c’era il dubbio e la stanchezza.

Ma non su quella di Dante di Nanni.

Trent’anni son passati, da quel giorno che i fascisti

ci si son messi in cento ad ammazzarlo

E ancora non si sentono tranquilli, perché sanno

che gira per la citta’, Dante di Nanni.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   

    mi-          mi7      la   la9      la7
Nel traffico del centro pedala sopra il suo triciclo
  la7/4                     mi-
e fischia forte alla garibaldina.

   mi-        mi7          la       la9    la7
Il carico che piega le sue gambe e' l'ingiustizia,
   la7/4                     mi-
la vita e' dura per Dante di Nanni.

  mi-            mi7           la   la9   la7
L'alba prende il treno e c'e' odore di porcile
    la7/4                   mi-
sui marciapiedi della sua pazienza,

  mi-         mi7      la   la9   a7
e nella testa pesano volumi di bugie.
   la7/4                    mi-
La sera studiera', Dante di Nanni.

      mi-        mi7            la     la9     la7
Trent'anni son passati, da quel giorno che i fascisti
   la7/4                        mi-
ci si son messi in cento ad ammazzarlo

  mi-         mi7             la       la9    la7
E cento volte l'hanno ucciso, ma tu lo puoi vedere:
la7/4                        mi-
gira per la citta', Dante di Nanni.

  mi-            mi7         la   la9 la7
L'ho visto una mattina sulla metropolitana
  la7/4                    mi-
E sanguinava forte, e sorrideva.

   mi-           mi7            la       la9    la7
Su molte facce intorno c'era il dubbio e la stanchezza.
   la7/4                     mi-
Ma non su quella di Dante di Nanni.

      mi-        mi7            la     la9     la7
Trent'anni son passati, da quel giorno che i fascisti
   la7/4                        mi-
ci si son messi in cento ad ammazzarlo

    mi-         mi7         la      la9    la7
E ancora non si sentono tranquilli, perché sanno
    la7/4                        mi- 
che gira per la citta', Dante di Nanni.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here