Edith


The music band Nomadi on a terrace. From left, Umberto Maggi, Augusto Daolio, Beppe Carletti, Paolo Lancellotti, Chris Dennis. Asiago (VI), Italy, 1974.

Album

È contenuto nei seguenti album:

1985 Ci penserà poi il computer

Testo Della Canzone

Edith di Nomadi

Lei viene da una valle
che a Maggio cambia in neve
son fiori che in Ottobre
a Edith danno frutti.

D’estate lei va in alto
lavora in un rifugio
son giorni messi in fila
nel regno dei dirupi.

Lei vive quando è stanca
d’inverno sta a Berlino
frequenta Frau “?”

Edith porta del vino
tu porgile un sorriso
e se il viso tuo le piace
aspettala in segreto
quando la notte tace.

Aspettala di fuori
nel silenzio delle stelle
aspetta che la luna
accarezzi la sua pelle.

Aspetta che sia il brivido
di nuvole corsare
a rendere vere immagini
di Edith che compare
ascolta l’incantesimo
di una donna per la quale
tu pregherai che l’alba
sia lontana come il mare
perché Edith conosce
la leggenda di quel Dio
che venne sulla terra
e a nessuno disse addio.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
Intro:  RE  LA  MI-  FA#  SOL   RE   MI-  FA#

SI			  RE
Lei viene da una valle  che a maggio cambia in neve,
LA			    MI-
son fiori che in ottobre  a Edith danno frutti.
RE   			 SOL-
D’estate lei va in alto  lavora in un rifugio,
DO                                 MI-              FA#
son giorni messi in fila  nel regno dei dirupi.
SI 			     RE
Lei ride quando è stanca  d’inverno sta a Berlino
LA                             MI-
frequenta Frau “?”  Edith porta del vino.
FA			LA
Tu porgile un sorriso e se il viso tuo le piace
MI-                              SOL-
aspettala in silenzio  quando la notte tace.

Strum:  RE  LA  MI-  FA#  SOL   RE   MI-  LA

RE		      SOL-
Aspettala di fuori  nel silenzio delle stelle,
DO                           MI-           FA#
aspetta che la luna  accarezzi  la sua pelle.
SI                                     RE
Aspetta che sia il brivido di nuvole corsare
LA 			      MI-
a rendere vere immagini  di Edith che compare
FA 			  LA
Ascolta l’incantesimo  di una donna per la quale
MI-			     SOL-
tu pregherai che l’alba   sia lontana come il mare.
RE			  SI-
Perché Edith conosce  la leggenda di quel dio,
SOL			LA
che venne sulla terra  e a nessuno disse Addio.


Strum:  RE  LA  MI-  FA#  SOL   RE   MI-  LA    (2 VOLTE)        RE
	

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here