Fame

Album

È contenuto nei seguenti album:
1978 Agnese dolce Agnese

Testo Della Canzone

Fame di Ivan Graziani

Hai conosciuto la fame? E’ una signora di classe vive nella spazzatura. La fame, infame e nera. Lei si presenta al momento giusto, col suo profumo di pollo arrosto, così veloce, così violenta come la lingua di un rospo. In nome della fame ho ammazzato le illusioni piegando le ginocchia ho sfruttato le occasioni e ho lavorato come un pazzo a cose in cui io non credevo lasciando che morisse l’erba che io calpestavo Hai conosciuto la fame fa – fa – fa – me. Hai chiesto soldi a un amico, mostrando nude le tasche e hai ingoiato l’imbarazzo dicendo: “Scusa, sono sotto” Hai mai sentito conficcate nella schiena le frecce dell’ironia? E la vergogna ti ha fatto mai tremare pensando “La morte tua è vita mia”. No ? In nome della fame ho ammazzato le illusioni piegando le ginocchia ho sfruttato le occasioni e ho lavorato come un pazzo a cose in cui io non credevo lasciando che morisse l’erba che io calpestavo Hai conosciuto la fame? fa – fa – fa – me

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   

Intro: mi la mi
mi                la mi
Hai conosciuto la fame,
mi                la mi
è una signora di classe,
mi               la mi
vive nella spazzatura,
mi              la mi
la fame infame è nera.
mi
Lei si presenta al momento giusto,
col suo profumo di pollo arrosto,
così veloce così violenta,
mi                   la mi
come la lingua di un rospo.
re                           si-
E in nome della fame ho ammazzato le illusioni,
mi                       do#-
piegando le ginocchia ho sfruttate le occasioni,
re                                 si-
e ho lavorato come un pazzo a cose in cui io non credevo,
mi                           do#-
lasciando che morisse l'erba che io calpestavo.
mi                      la        mi
Hai conosciuto la fame, fa, fa, fame.
Stumentale: re si- mi do#-    x2
mi                     la mi
Hai chiesto soldi a un amico,
mi                la mi
mostrando nude le tasche,
mi                   la mi
e hai ingoiato l'imbarazzo,
mi                  la mi
dicendo, scusa sono sotto.
mi
Hai mai sentito conficcate nella schiena,
le frecce dell'ironia,
e la vergogna ti ha fatto mai tremare,
pensando la morte tua è vita mia, no.
re                           si-
E in nome della fame ho ammazzato le illusioni,
mi                       do#-
piegando le ginocchia ho sfruttate le occasioni,
re                                 si-
e ho lavorato come un pazzo a cose in cui io non credevo,
mi                           do#-
lasciando che morisse l'erba che io calpestavo.
mi                      la        mi
Hai conosciuto la fame, fa, fa, fame.
Stumentale: re si- mi do#-
re         si-
Fame uh uh uh,
mi         do#-
fame uh uh uh,
re         si-
fame uh uh uh,
mi         do#-
fame uh uh uh.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here