Godi (Adesso che puoi) – Andrea Appino


Album

È contenuto nei seguenti album:

2014 Il testamento

Testo Della Canzone

Godi (Adesso che puoi) – Andrea Appino

 

Sulla punta di un coltello ci sta il senso della vita
che ci affetti una cipolla
che lo usi per farla finita

Infatti è lì che abitiamo e l’affitto è arretrato
come il padrone di casa,
un contadino arricchito

E la forchetta l’hai venduta per un po’ di anfetamina
non ti bastava l’alba
hai voluto anche la mattina

E scopare in cucina è un casino davvero,
rischi pure di farti male, ecco vedi lo sapevo

Tu dici godi,
godi adesso che puoi
e poi che succede
non si gode più
si apre un cratere
dove cadi giù
o ti innalzi in cielo
il male davvero
non ha vie di mezzo
ma cosa vuol dire

Sulla punta di una freccia
hai messo tutto il veleno
l’hai scagliata nel mare
me lo ha detto Nettuno.

La nave ora è partita
piena di gente contenta
bruceranno più avanti
senza che nessuno li senta

E poi divorzieremo
senza tante questioni
io mi prendo le mummie
a te lascio i faraoni

A vivere per procura
si gira anche il mondo
poi chi se ne frega
se è piatto
o se è rotondo

Tu dici godi,
godi adesso che puoi
e poi che succede
non si gode più
o trovi la fede
e incontri Gesù
o muori sul serio
e nulla più
fai finta di niente
ma cosa vuol dire

Sono libero solo
dentro al libero arbitrio
in un libero stato
sul mio medio dito.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale
con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here