Guardando il cielo – Arisa – Festival di Sanremo 2016

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Guardando il cielo – ArisaFestival di Sanremo 2016

di G. Anastasi
Se tu mi chiedi cosa faccio in questa vita amico mio
La sola cosa che so dirti è non lo so nemmeno io
Viviamo tempi troppo austeri
Siamo animali di città
Eppure sai che ogni notte prima di dormire io
Che ho preso tutto da mia nonna faccio una preghiera a Dio
Potrà sembrarti rituale però a me dà serenità
Con la certezza che ci sia
Una realtà che va al di là di questa comprensione mia
Potrai chiamarla anche magia
Per me adesso si chiama universo
Stringo i pugni e rido ancora che la vita è questa sola
Se un giorno un’altra vita arriverà
Mi sono già promessa di non viverla in città e quindi
Di ogni giorno prendo il buono
Tanto a cosa serve a un uomo
Svegliarsi e dire che oggi non andrà
È troppo presuntuosa la previsione di una verità
Se tu mi chiedi cosa faccio in questa vita amico mio
La sola cosa che so dirti è non lo so nemmeno io
Viviamo tempi troppo austeri in queste stupide città
Ma ho la certezza che ci sia
Una realtà che va al di là di questa comprensione mia
Potrai chiamarla anche utopia
Per me adesso è solo universo
Stringo i pugni e rido ancora
Che la vita è questa sola
Se un giorno un’altra vita arriverà
Mi sono già promessa di non viverla in città
Di ogni giorno prendo il buono
Tanto a cosa serve a un uomo
Svegliarsi e dire che oggi non andrà
È troppo presuntuosa la previsione di una verità
Di una verità
Di una verità
Di una verità

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale
con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

 

Accordi

Re

Re La
Se tu mi chiedi cosa faccio in questa vita amico mio
Re Sol
La sola cosa che so dirti è non lo so nemmeno io

Viviamo tempi troppo austeri
Re
Siamo animali di città
Re La
Eppure sai che ogni notte prima di dormire io
Re
Che ho preso tutto da mia nonna faccio una preghiera a Dio
Sol Re
Potrà sembrarti rituale però a me dà serenità
Sim La
Con la certezza che ci sia
Sol La Rebm
Una realtà che va al di là di questa comprensione mia
Sim Mi
Potrai chiamarla anche magia
Sol La Re
Per me adesso si chiama universo
Re La Re Sim Re
Stringo i pugni e rido ancora che la vita è questa sola
Sol Re
Se un giorno un’altra vita arriverà
Sol La
Mi sono già promessa di non viverla in città e quindi
Re Sim
Di ogni giorno prendo il buono
Re Sol La
Tanto a cosa serve a un uomo
Sol Re
Svegliarsi e dire che oggi non andrà
Sol La Sol Re
È troppo presuntuosa la previsione di una verità
Re
Se tu mi chiedi cosa faccio in questa vita amico mio
La Re
La sola cosa che so dirti è non lo so nemmeno io
Sol Re
Viviamo tempi troppo austeri in queste stupide città
Sim Re
Ma ho la certezza che ci sia
Sol Re La Sim
Una realtà che va al di là di questa comprensione mia
Mi
Potrai chiamarla anche utopia
Sol
Per me adesso è solo universo
Mi Rebm La
Stringo i pugni e rido ancora
Mi Rebm
Che la vita è questa sola
Si La Mi
Se un giorno un’altra vita arriverà

La Si
Mi sono già promessa di non viverla in città
Mi
Di ogni giorno prendo il buono
Rebm Mi
Tanto a cosa serve a un uomo
Si La Mi
Svegliarsi e dire che oggi non andrà
La Si Fa#m La
È troppo presuntuosa la previsione di una verità
Mi
Di una verità
Di una verità
Di una verità

 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here