La corte del leone

È la colonna sonora dei seguenti libri:

Testo Della Poesia

La corte del leone di Trilussa

di Trilussa

El Leone, ch’è Re de la Foresta,
disse un giorno a la moje: – Come mai,
tu che sei tanto onesta,
hai fatto entrà ‘na Vacca ne la Corte?
Belle scorte d’onore che te fai! –
– Lo so, nun c’è decoro:
– je fece la Lionessa –
ma nun so’ mica io che ce l’ho messa;
quela Vacca è la moje de quer Toro
ch’hai chiamato a guardà l’affari tui:
sopporto lei per un riguardo a lui;
ma si sapessi er danno
che ce fanno ‘ste bestie, che ce fanno!
– Hai raggione, hai raggione, nun ce torna –
j’arispose er Leone; e er giorno istesso
fece ‘na legge e proibbì l’ingresso
a tutti l’animali co’ le corna.
Così per esse certo
d’avè ‘na corte onesta,
er Re de la Foresta
lo sai che diventò? Re der Deserto.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here