La pelle – Trilussa

È la colonna sonora dei seguenti libri:

Testo Della Poesia

La pelle – Trilussa di Trilussa

di Trilussa

Povero me! Me tireranno er collo!
disse un Faggiano ar Pollo. –
Ho letto sur giornale che domani
c’è un pranzo a Corte, e er piatto prelibbato
saranno, come sempre, li faggiani…

E te lamenti? Fortunato te!
Je rispose l’amico entusiasmato. –
Nun sei contento de morì ammazzato
pe’ la Patria e p’er Re?
E l’Ideale indove me lo metti?
Fratello mio, bisogna che rifretti…

Eh, capisco, tu sei nazzionalista,
disse er Faggiano, – e basta la parola.
Ma t’avviso, però, che su la lista
c’è puro scritto: polli in cazzarola. –

A ‘sta notizzia, er povero Pollastro
rimase così male
che se scordò d’avecce l’Ideale
e incominciò a strillà: – Dio, che disastro!
La Patria, er Re, so’ cose belle assai,
ma la pelle è la pelle…capirai!
Ne faccio una questione personale!

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here