L’anno il posto l’ora


Album

È contenuto nei seguenti album:
1973 Parsifal

Testo Della Canzone

L'anno il posto l'ora di Pooh

(FacchinettiNegriniBattaglia)

l’anno il settantatre’
il posto il cielo artico
l’ora che senso ha
d’estate e’ sempre l’alba
l’incontro di ogni giorno
con l’immensita’
credo finisca qua
cio’ che volava in alto
ormai non vola piu’
e sto cadendo giu’
sui ghiacci azzurri ormai
la nera ombra di rondine
e’ un punto quasi fermo ma
che cresce tra le nuvole
goccia d’acciaio inerte
alle mie mani gia’
che si disperdera’
ali negate al vento
che ora stride di piu’
e mi trascina giu’
davanti agli occhi miei
la folla delle immagini
vertiginosamente ma
per ordine in un attimo
colori e visi e voci della vita mia
passano e vanno via
suoni di vento e d’acqua
che fermare vorrei
ma non c’e’ tempo ormai
e non dite a lei, non lo rivedrai
dite non si saa,
forse torneraa’
e non dite a lei, non lo rivedrai
dite non si saa,
forse torneraa’
ah, ah.
il bambino dorme gia’
e la notte e’ profumata
lei richiama il cane poi
fra le mani prendera’
la coperta mai finita
la vicina e’ andata via
ma le ha fatto compagnia
e domani tornera’
e’ gia’ estate a casa mia
e di notte c’e’ la luna
lei m’ha scritto se potro’
stare a casa oppure no
per il nostro anniversario
c’e’ mia madre che non sa
se quest’anno riuscira’
a venire un po’ da noi
all’orizzonte la’
il sole e’un occhio immobile
e’ notte, ma la notte qui
d’estate e’ solo una parola
milioni di parole
lascio dietro di me
milioni di perche’
affascinata e stanca la mia anima va
verso la liberta’
e se per caso a voi
giungesse ancora la voce mia
direte questo a lei
un uomo e’ vento quando vola
e come il vento niente
mai lo fermera’
non si disperdera’
e come il vento niente
mai lo fermera’
non si disperdera’
e non dite a lei,
non lo rivedrai
dite non si saa,
forse torneraa’
e non dite a lei,
non lo rivedrai
dite non si saa,
forse torneraa’
e non dite a lei,
non lo rivedrai
dite non si saa,
forse torneraa’
e non dite a lei,
non lo rivedrai
dite non si saa,
forse torneraa’!

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
MIm               SOL
L'anno il settantatre
    RE             MIm
il posto il cielo artico
                SOL
l'ora che senso ha
   RE                 MIm
d'estate è sempre l'alba.
LAm                MIm            RE    DO
L'incontro di ogni giorno con l'immensità
RE            MIm
credo finisca qua.
LAm                MIm            RE    DO
Ciò che volava in alto ormai non vola più
RE             MIm
e sto cadendo giù.

(STROFA1)
MIm                   SOL
Sui ghiacci azzurri ormai
   RE                MIm
la nera ombra di rondine
                  SOL
è un punto quasi fermo ma
     RE            MIm
che cresce tra le nuvole.
LAm                MIm           RE     DO
Goccia d'acciaio inerte alle mie mani già
RE              MIm
che si disperderà.
LAm            MIm           RE        DO
Ali negate al vento che ora stride di più
RE              DO
a mi trascina giù.

(ripetere gli accodrdi della strofa preced.)

Davanti agli occhi miei
la folla delle immagini
vertiginosamente ma
per ordine in un attimo.
Colori e visi e voci della vita mia
passano e vanno via
suoni di vento e d'acqua che fermare vorrei
ma non c'è tempo ormai.
(RIT)
MIm           SOL
E non dite a lei
LAm           MIm
"non lo rivedrai"
             SOL  LAm       MIm   DO  SI
dite "non si sa, forse tornerà"
E non di te a lei
"non lo rivedrai"
dite "non si sa, forse tornerà"
(STROFA2)
MI      LA         MI  LA
Il bambino dorme già
MI  LA           MI  MI7
la notte è profumata
LA      DO#m           SOL#m
lei richiama il cane e poi
       LA          MI
fra le mani prenderà
       SI7      MI     MI7
la coperta mai finita.
LA                 SOL#m
La vicina è andata via
         LA           MI
ma le ha fatto compagnia
   SI7         MI
e domani tornerà.
E già estate a casa mia
e di notte c'è la luna
lei m'ha scritto se potrò
stare a casa oppure no
per il nostro anniversario
C'è mia madre che non sa
se quest'anno riuscirà
     SI7            DO#
a venire un pò da noi.

STROFA1:(accordi della strofa1)
All'orizzonte là
il sole è un occhio immobile.
E' notte ma la notte qui
d'estate è solo una parola
Milioni di parole lascio dietro di me
milioni di perché.
Affascinata e stanca la mia anima va
verso la libertà.
E se per caso a voi
giungesse ancora la voce mia
direte questo a lei
"un uomo è vento quando vola"
E come il vento niente mai lo fermerà
non si disperderà
E come il vento niente mai lo fermerà
non si disperderà.
(RIT)
E non dite a lei
"non lo rivedrai"
dite "non si sa, forse tornerà".

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here