Ndo Ndo Ndo – Luciano Ligabue

Luciano Ligabue durante la prima serata del Festival di Sanremo, 18 febbraio 2014. ANSA/CLAUDIO ONORATI

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Ndo Ndo Ndo – Luciano Ligabue

 
Ninìa, ninìa, ninìa,
lès e mane echun pedìa,
ta vàddhune panta ambrò,
sacundu tuo en ei tinò

Nanà, nanà, nanà,
tui mu grafi ce meletà,
mu canni tossa tossa
pezzi a mmendule sti fossa

To, to, to,
cantalò ce o ppelecò,
ce a ttò pelekìso
mena nghizzi n’o ccittìso

Nanà, nanà, nanà,
tui mu scònnete pornà,
ce pai stin aglisìa
na mu cusi tin lutrìa.

Na, na, na,
e kiatèra-mu troi t’agguà,
ce mana-ti t’aftìnni
ma ecìni ta rufà.

Ninìa, ninìa, ninìa,
la mamma fimmena volìa,
lu tata masculeddhu
cu lu porta allà fatìa.

Ninazzu, ninazzu, ninazzu,
fimmena beddha ce me la fazzu
me la pijanu li ziti
me la portanu sutturàzzu.

TRADUZIONE:

Ninia, ninia, ninia,
tutte le madri hanno bambini,
li mettono sempre in mostra,
come questo (figlio) non c’è nessuno.
Nanà, nanà, nanà,
questa (figlia) mi scrive e legge,
mi fa tante tante (cose),
gioca a mandorle nelle buche.
To,to,to,
canto e la batto,
e se la batto
tocca a me zittirlo.
Nanà, nanà, nanà,
questa (figlia) si sveglia presto,
e va in chiesa
ad ascoltare la messa.
Na, na, na,
la bimba mia mangia le uova,
e sua madre le cuoce
e quella le beve.
Ninia, ninia,ninia,
la mamma vorrebbe una femmina,
il padre maschietto
per portarlo al lavoro.
Ninazzu, ninazzu, ninazzu,
di femmina bella che me ne faccio,
me la pigliano i giovani
e me la portano sottobraccio.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale
con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here