Piccola storia scout


Testo Della Canzone

Piccola storia scout di Canti Scout

Un giorno tre boy scout
andavano al campeggio (bis)
Ohilì ohilà e rataplan, andavano al campeggio.

Il più piccin dei tre
avea una rosa in mano (bis)
Ohilì ohilà e rataplan, avea una rosa in mano.

E per la strada incontrano
la bella scautina (bis)
Ohilì ohilà e rataplan, la bella scautina.

“Buongiorno bello scout,
mi dai codesta rosa?” (bis)
Ohilì ohilà e rataplan, “mi dai codesta rosa?”.

“La rosa io ti do,
se tu sarai mia sposa” (bis)
Ohilì ohilà e rataplan, “se tu sarai mia sposa”.

“Tua sposa io sarò,
ma dillo a mamma mia” (bis)
Ohilì ohilà e rataplan, “ma dillo a mamma mia”.

“Buongiorno mamma sua,
mi date vostra figlia?” (bis)
Ohilì ohilà e rataplan, “mi date vostra figlia?”.

“Mia figlia io ti do,
ma di’ le tue ricchezze” (bis)
Ohilì ohilà e rataplan, “ma dì le tue ricchezze”.

“Le mie ricchezze sono
il giglio e il cappellone” (bis)
Ohilì ohilà e rataplan, “il giglio e il cappellone”.

E dopo nove mesi
è nato un bel lupetto (bis)
Ohilì ohilà e rataplan, è nato un bel lupetto.

E dopo altri nove
ne nacquero altri cento (bis)
Ohilì ohilà e rataplan, ne nacquero altri cento.

La razza scout è forte
nel cuore e nella mente (bis).

Ohilì ohilà e rataplan, nel cuore e nella mente.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here