Prendi questa mano, zingara


Album

È contenuto nei seguenti album:

1996 Prendere e lasciare

Testo Della Canzone

Prendi questa mano, zingara di Francesco De Gregori

Prendi questa mano, zingara
dimmi pure che destino avrò
ora che il vento porta in giro le foglie
e la pioggia fa fumare i falò
E c’è uno che dice “Guarda !”
uno che dice “Dove?” uno che dice “Chissà”
e c’è acqua che è ferma, acqua che si muove
acqua che se ne va
Prendi questa mano, zingara
leggila fin che vuoi
leggila fino all’ultimo
leggila come puoi
Prendi questa mano, zingara
dimmi ancora quanta vita ci va
di quanti anni sarà fatto il tempo
e il tempo cosa sembrerà
Saranno macchine o fili d’erba?
saranno numeri da ricordare
saranno barche da ridipingere
saranno alberi da piantare
Prendi questa mano, zingara
raccontami il buio com’è
la notte è lunga da attraversare
fammi spazio vicino a te
I tuoi occhi risplendono nel buio
la tua bocca e le tue dita parlano
il tuo anello rovesciato si illumina
alla luce dell’insegna dell’albergo di fronte
i tuoi denti e la tua schiena brillano
mentre i tuoi sensi scintillano
nell’oscurità
Prendi questa mano, zingara
fammi posto vicino a te
la notte è lunga da attraversare
fammi posto vicino a te
I tuoi occhi sorridono nell’ombra
le tue carte si aprono
le nostre mani si mischiano
E il presente e l’infinito
nel buio si confondono
mentre i tuoi sensi rispondono
nell’immensità

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

     
  Sol               Sim
Prendi questa mano zingara,
      Do                Sol
dimmi pure che futuro avro'
            Sol                    Sim
ora che il vento porta in giro le foglie
       Do                   Re
e la pioggia fa fumare il falo'
       Sol            Sim                 Do
e c'e' uno che dice guarda, uno che dice dove
                Sol
uno che dice chissa'
       Sol                       Sim
e c'e' acqua che e' ferma, acqua che si muove,
Do              Sol
acqua che se ne va,
  Re
prendi questa mano zingara,
    Do             Sol
raccontami bene com'e'
             Re
la notte e' lunga da attraversare,
        Do            Sol
fammi spazio vicino a te.


  Sol              Sim
Prendi questa mano zingara,
        Do                  Sol
dimmi ancora quanta vita ci va,
          Sol                 Sim
di quanti anni sara' fatto il tempo
      Do              Re
e il tempo cosa sembrera'
        Sol              Sim
saranno macchine o fili d'erba
        Do             Sol
saranno numeri da ricordare,
        Sol           Sim
saranno barche da ridipingere,
        Do              Sol
saranno nodi da controllare,
  Re
prendi questa mano zingara
   Do           Sol
e leggila come vuoi,
 Re      
leggila fino all'ultimo,
 Do           Sol
leggila come vuoi.


Rem               Lam
I tuoi occhi risplendono nell'ombra
       Rem                La   Rem
la tua bocca, le tue dita parlano
Sol
e il tuo anello rovesciato
    Do  Fa
s'illumina.
Solm               Do                      Fa
Con la luce dell'insegna dell'albergo di fronte

i tuoi denti e la tua schiena brillano
                        Do
mentre i tuoi sensi scintillano
           Sol
nell'oscurita'.



Rem               Lam
I tuoi occhi risplendono nel buio
       Rem      La  Rem
le tue carte si aprono,
Sol                Do     Fa
le nostre onde  si mischiano,
Solm                  Do
e il presente e l'infinito nel buio
       Fa
si confondono,
                        Do
mentre i tuoi sensi rispondono
            Sol
nell'immensita'.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here