Quell’uomo lì

Album

È contenuto nei seguenti album:

2004 Convivendo
2008 Il cielo ha una porta sola

Testo Della Canzone

Quell'uomo lì di Biagio Antonacci

Ero una stella che
che non brillava quasi piu’

ero un’assenza quando ero li’
oggi ho capito che
non sono piu’ quell’uomo li’

il bello che non desidero non c’e’
non c’e’ piu’ quell’uomo li’
che cercava di convincersi

e mi da’ ogni giorno un po’ di piu’
a lei viene facile
lo fa senza pensarci troppo lei

al mattino scivola
dal suo posto arriva al mio
e’ un movimento semplice

che quando manca io non sento piu’
quel campanello magico
che risveglia in me le idee

che ancora mi fa essere
che ancora mi fa crescere

ero quell’urlo che
non si e’ sentito mai da li’
ero quel muro alto attorno a me

e oggi che nello stomaco
ho un volo di farfalla
mi sento cosi’ leggero che non so

‘ nemmeno dove sono
faccio passi a soffi come il vento io
io come il vento e

e mi da’ ogni giorno un po’ di piu’
a lei viene facile
lo fa senza pensarci troppo lei

al mattino scivola
dal suo posto arriva al mio
e’ un movimento semplice

che quando manca io non sento piu’
quel campanello magico
che risveglia in me le idee

che ancora mi fa essere
e ancora mi fa crescere crescere

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
      Lam Lam7 Rem Rem7 Sol Sol7 Do Mi
Intro                                X2

 Lam              Lam7            Rem        Rem7
Ero una stella che...che non brillava quasi piu'
 Sol           Sol7         Do Mi
ero un'assenza  quando ero li' 
 Lam              Lam7        Rem           Rem7
Oggi ho capito che non sono piu' quell'uomo li'
        Sol          Sol7       Do
e che quello che desidero non c'e'
         Mi               Lam        Lam7      Mi7
non c'e' piu' quell'uomo li che cercava di convincersi

Lam    Lam7    Rem               Rem7
E mi da ogni giorno un po di piu'
             Sol       Sol7         Do             Mi
a lei viene facile, lo fa senza pensarci troppo lei
             Lam  Lam7       Rem              Rem7
al mattino scivola dal suo posto arriva al mio
                   Sol   Sol7             Do               Mi
e' un movimento semplice che quando manca io non sento piu'
                  Lam  Lam7     Rem               Rem7
quel campanello magico che risveglia in me le idee
                 Sol    Sol7                 Do   Mi7
che ancora mi fa essere, che ancora mi fa crescere

Ero quell'urlo che non si è sentito mai da li'
ero quel muro alto attorno a me
oggi che nello stomaco ho un volo di farfalla
mi sento cosi' leggero che non so
piu' nemmeno dove sono
faccio passi a soffi come il vento io come il vento

E mi da ogni giorno un po di piu'
a lei viene facile, lo fa senza pensarci troppo lei
al mattino scivola dal suo posto arriva al mio
e' un movimento semplice che quando manca io non sento piu'
quel campanello magico che risveglia in me le idee
che ancora mi fa essere, che ancora mi fa crescere

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here