Uguali e diversi


Album

È contenuto nei seguenti album:

2002 Uguali e diversi
2003 Succo di vita

Testo Della Canzone

Uguali e diversi di Gianluca Grignani

Ne’ piu’ bianco ne’ piu’ nero
della guerra sono stanco
ho fatto un sogno piu’ sincero
ho fatto un sogno che ti canto
mi svegliavo stamattina
faccia e corpo colorati
e i giornali e la televisione
non sembravan spaventati

non credo a un mondo che rotola indietro
non credo che per vivere serva un segreto
non credo alle favole ma ho immaginazione
e credo che siam tutti uguali e diversi da me

ero in guerra ed ero a casa
ero a terra ed ero in volo
ero e non so piu’ chi sono
ma di certo sono un uomo
che si svegliava stamattina
faccia e corpo colorati
e i giornali e la televisione
non sembravan spaventati

non credo a un mondo che rotola indietro
non credo che per vivere serva un segreto
non credo alle favole ma ho immaginazione
e credo che siam tutti uguali e diversi da me
welcome to the future we give you a taste
of the world created especially for you
welcome to
welcome to the future

non credo a un mondo che rotola indietro
non credo che per vivere serva un segreto
non credo alle favole ma ho immaginazione
e credo che siam tutti uguali e diversi da me

tutti uguali e diversi da me
tutti uguali e diversi da me
tutti uguali e diversi da me
tutti uguali e diversi da me
si’ ho detto proprio cosi’
tutti uguali e diversi da me

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
G Bm7 Am7 G D Am7

G         Bm7          Am7
  Né più bianco né più nero,
G       D            Am7
  della guerra sono stanco
G              Bm7          Am7
  Ho fatto un sogno più sincero,
G             D             Am7
  ho fatto un sogno che ti canto.

G       Bm7         C
  Mi svegliavo stamattina
G          Bm7       Am7
  faccia e corpo colorati
G         Bm7         C
  e i giornali e la televisione
G         Bm7         Cm
  non sembravan spaventati

G                Bm7                Am7
  Non credo a un mondo che rotoli indietro
G                   Bm7               C
  non credo che per vivere serva un segreto
G                 Bm7             C
  non credo alle favole ma ho immaginazione
    Cm7                                      G
  e credo che sian tutti uguali e diversi da me

G        Bm7             Am7
  Ero in guerra ed ero a casa
G       D               Am7
  ero a terra ed ero in volo
G       Bm7            Am7
  ero e non so più chi sono
G       D             Am7
  ma di certo sono un uomo

G            Bm7        C
  Che si svegliava stamattina
G          Bm7       Am7
  faccia e corpo colorati
G         Bm7         C
  e i giornali e la televisione
G        Bm7          Cm
  non sembravan spaventati

G                Bm7                Am7
  Non credo a un mondo che rotoli indietro
G                   Bm7               C
  non credo che per vivere serva un segreto
G                 Bm7             C
  non credo alle favole ma ho immaginazione
    Cm7                                      G
  e credo che sian tutti uguali e diversi da me

G Bm7 Am7 G D Am7

G                Bm7                Am7
  Non credo a un mondo che rotoli indietro
G                   Bm7               C
  non credo che per vivere serva un segreto
G                 Bm7             C
  non credo alle favole ma ho immaginazione
    Cm7                                      G
  e credo che sian tutti uguali e diversi da me

G        Bm7                Am7
  tutti uguali e diversi da me
G        Bm7                Am7
  tutti uguali e diversi da me  (si ho detto proprio così)

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here