Vacanze romane


Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Vacanze romane di Festival di Sanremo 1983

(di: Carlo MarraleGiancarlo Golzi)

* Matia Bazar1983 Tango1988 Matia Bazar – Best
1991 Tutto il meglio dei Matia Bazar1995 Radiomatia
1996 Tutto il meglio dei Matia Bazar
1998 The very best of Matia Bazar – Souvenir
2000 Brivido caldo2002 Messaggi dal vivo

Roma, dove sei? Eri con me
Oggi prigione tu, prigioniera io
Roma, antica città
Ora vecchia realtà
Non ti accorgi di me e non sai che pena mi fai
Ma piove il cielo sulla città
Tu con il cuore nel fango
L’oro e l’argento, le sale da te
Paese che non ha più campanelli
Poi, dolce vita che te ne vai
Sul Lungotevere in festa
Concerto di viole e mondanità
Profumo tuo di vacanze romane

Roma bella, tu, le muse tue
Asfalto lucido, “Arrivederci Roma”
Monetina e voilà
C’è chi torna e chi va
La tua parte la fai, ma non sai che pena mi dai

Ma Greta Garbo di vanità
Tu con il cuore nel fango
L’oro e l’argento, le sale da te
Paese che non ha più campanelli
Poi, dolce vita che te ne vai
Sulle terrazze del Corso
“Vedova allegra”, máìtresse dei caffè
Profumo tuo di vacanze romane.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
Roma, dove sei? Eri con me,
Lam                     Fa7

oggi prigione tu, prigioniera io.
Mi7    Lam                  Fa Mi

Roma, antica città,       ora vecchia realtà,
Lam               Fa Mi7 Lam              Re

non ti accorgi di me e non sai che pena mi fai.
Rem                Mi     Rem            Sim7 Mi7 La

Ma piove il cielo sulla città,
La

tu con il cuore nel fango,
   La#

l'oro e l'argento, le sale da tè,
Sim

paese che non ha più campanelli;

poi, dolce vita che te ne vai
La

sul Lungotevere in festa,
   La#

concerto di viole e mondanità,
Sim

profumo tuo di vacanze romane.
   Fa Mi


Roma bella, tu, le muse tue,
Lam                    Fa7

asfalto lucido, 'Arrivederci Roma',
Mi7   Lam                 Fa Mi

monetina e voilà,
Lam              Fa Mi7

c'è chi torna e chi va
Lam                   Re

la tua parte la fai, ma non sai che pena mi dai.
Rem             su        Rem              Sim7 Mi7

Ma Greta Garbo di vanità,
La

tu con il cuore nel fango,
   La#

l'oro e l'argento, le sale da tè,
Sim

paese che non ha più campanelli;
   Fa Mi

poi, dolce vita che te ne vai
La

sulle terrazze del Corso
   La#

"Vedova allegra", máìtresse dei caffè
Sim

profumo tuo di vacanze romane.
			Fa Mim

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here