40 – Scacco Testo della canzone

40 – Scacco Testo della Canzone. Wikitesti.com è la più grande enciclopedia musicale italiana, sul nostro sito oltre i testi delle canzoni potete trovare: traduzioni delle canzoni, accordi per chitarra, spartiti musicali e molto altro.

TESTO

Il Testo della della canzone Di: 40 – Scacco

Tu falli tutti contenti
Fagli sentire che sei
Un musicista di quelli
Che neanche Casadei
Di quelli senza emozione
Di quelli che le parole
Le sanno escludere
Dagli canzoni d'amore
Così ti senton' felice
Pure in quei giorni in cui canti
Ma senti che non hai voce
E ti concedi il divano,
Un programma pomeridiano
Cosa ti spinge ad essere mediocre?
Magari la burocrazia degli obiettivi
O l'esser nati poveri ma con principi
Noi siamo un contratto discografico
In cui si prendon' tutto e resta il panico

Mi conveniva fare l'impiegato
Adesso sarei meno triste
Avrei potuto prendermi una laurea
Magari sarei meno triste
Mi conveniva fare l'ingegnere
O il poliziotto stronzo del quartiere
E non avere sogni da inseguire
Avere quattro figli da sfamare
Dagli canzoni d'amore
O meglio per il sociale
Fagli credere a tutti
Che sei superficiale
E che non parli di droga
Perché la droga è la morte
E che non citi il lavoro
Perché il lavoro ti fotte
Fagli credere a tutti
Che guadagni con l'aria
E che hai una macchina immensa
Quando hai un'utilitaria
Che non leggi i commenti
E te ne sbatti da sempre
Che fai musica pop
No scusa, controcorrente

Mi conveniva fare l'impiegato
Adesso sarei meno triste
Avrei potuto prendermi una laurea
Magari sarei meno triste

Mi conveniva fare l'ingegnere
O il poliziotto stronzo del quartiere
E non avere sogni da inseguire
Avere quattro figli da sfamare
Ma questo è il modo migliore
Per ritrovarsi ai quaranta
Dentro un ufficio che indossi giacca e cravatta
E hai messo a tacere tutti i tuoi sogni più grandi
Li hai visti marcire dentro palazzi eleganti
Questo è il mondo migliore per farsi morire dentro
Sembrare felice ma senza esser contento
E perdersi dentro uno stupido quotidiano
Dentro un monolocale in periferia di Milano
Mi conveniva fare l'impiegato
Adesso sarei meno triste
Avrei potuto prendermi una laurea
Magari sarei meno triste
Mi conveniva fare l'ingegnere

O il poliziotto stronzo del quartiere
E non avere sogni da inseguire
Avere quattro figli da sfamare
Mi conveniva fare l'impiegato
Adesso sarei meno triste
Avrei potuto prendermi una laurea
Magari sarei meno triste

Mi conveniva fare l'ingegnere
O il poliziotto stronzo del quartiere
E non avere sogni da inseguire
Avere quattro figli da sfamare

Ecco una serie di risorse utili per Scacco in costante aggiornamento

Tutti i TESTI delle canzoni di Scacco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here