Comandante

Album

È contenuto nei seguenti album:

1984 Quando arriverà

Testo Della Canzone

Comandante di Iva Zanicchi

(Maurizio PiccoliPino Donaggio)

Comandante che notte puttana
fa freddo a Capo Nord
te lo togli il cappello di lana
che ti riscalda un po’
Qui sul mio letto quanto resterai
fuori le onde son palazzi a trenta piani
senza luna come ci si sente soli
e voi marinai
marinai con il cuore in disarmo
e noi donne a bruciare un ricordo
ed aspettare la solita notte di fortuna
ed aspettare la solita notte di fortuna

Comandante le stelle col tempo
se ne vanno ad una ad una
il tuo corpo com’era stupendo
sul profilo della luna
Per una gonna ci finivi poi
a fare a pugni sotto i tavoli del mondo
e adesso guarda cosa resta qui di voi
marinai
marinai senza bussola in cuore
e noi donne a chiamarvi per nome
aspettando quell’unica notte di fortuna
aspettando quell’unica notte di fortuna

Che maledetta questa vita
per inseguirvi in ogni porto
per qualche bacio di sfuggita
e voi col fiato sempre corto
Lo so che no non è finita
anche se a volte ti odio certo
perché il tuo amore è fra le dita
e poi mi vola in mare aperto

Comandante la storia del mondo
si scrive con le attese
con le lacrime senza qualcuno
e le voglie un po’ deluse
A nulla serve dire andiamo via
perché l’amore è come un nodo al fazzoletto
me lo trovo sempre e allora ho nostalgia
vivo i marinai
marinai con le mani giganti
sul timone che spezza anche i fianchi
e sotto la barba un profumo di pirateria

Che maledetta questa vita
per inseguirti in ogni porto
che ne dici comandante
tu ti fermerai per molto
Lo so che no non è finita
è ancora forte quel ricordo
di un vero amore fra le dita
e che solo da ieri è volato fuori porto

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here