Il grande incubo

Album

È contenuto nei seguenti album:

1995 La donna, il sogno & il grande incubo

Testo Della Canzone

Il grande incubo di 883

(Max Pezzali)

Notte strana quasi lugubre
senza luna, stelle, lucciole
prego che tu non ti accorga mai
dei miei fari dietro che ti seguono
Mi stai scorazzando fuori città
chissà questa dove mi porterà
l’asfalto è ormai finito, tu dove sei
poi di colpo nelle ossa un brivido
Una vecchia casa e la tua macchina che
ferma sotto quell’insegna mi fa leggere
“benvenuti al Dream Motel”
La donna, il sogno & il grande incubo
questa notte incontrerò
mentre nel mondo tutti dormono
forse anch’io mi sveglierò
con la sveglia scarica ormai
e con mia madre che mi dice “dai,
come fai tutte le volte a non svegliarti mai”
e tutto questo finirà così ma adesso sono qui
L’uomo dietro al banco della hall
un tipo losco che di più non si può
a bassa voce si avvicina a me
“nella stanza 106 la attendono”
Un corridoio che non finisce mai
finalmente arrivo alla 106
in penombra dentro ci sei tu
le tue gambe lunghe che si muovono
Ma la stanza accanto è aperta e vedo che
tutti i miei giocattoli, i miei sogni, i miei perché
sono in una stanza del Dream Motel
La donna, il sogno & il grande incubo
vado e non mi fermerò
mentre nel mondo tutti dormono
così anch’io mi sveglierò
con la sveglia scarica ormai
e con mia madre che mi dice “dai,
come fai tutte le volte a non svegliarti mai”
e tutto questo finirà così ma adesso sono qui
Prendo le mie cose e scappo via
devo raggiungere la portineria
ad ogni costo devo uscire di qui
però tutti nel motel si svegliano
Sento i passi correr dietro di me
un cacchio di seconda uscita non c’è
finalmente sono fuori di lì
poco prima che Loro mi trovino
In fondo al viale la tua auto e dentro te
ma stavolta non ti seguo più nemmeno se
me lo regali il Dream Motel
La donna, il sogno & il grande incubo
vado via e non tornerò
mentre nel mondo tutti dormono
poi anch’io mi sveglierò
con la sveglia scarica ormai
e con mia madre che mi dice “dai,
come fai tutte le volte a non svegliarti mai”
e tutto questo finirà così a un secolo da qui

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

     
INTRO: DOm LAb SIb DOm LAb SIb DOm (X4)

STROFE:
DOm                   SIb/DO DOm
   Notte strana quasi lugu   bre
                  SIb/DO DOm
senza luna stelle luccio le
MIb
   prego che tu non ti accorga mai
         SIb                DOm
dei miei fari dietro che ti seguono

Mi stai scorrazzando fuori città
chissà questa dove mi porterà
l'asfalto è ormai finito, tu dove sei
poi di colpo nelle ossa un brivido

PONTE:
FAm              DOm     SIb             LAb
   Una vecchia casa e la tua macchina che
            FAm           DOm          SIb
ferma sotto quell'insegna mi fa leggere
LAb
"Benvenuti al Dream Motel"

INCISO:
MIb               DOm               SIb
   La Donna, il Sogno e il Grande incubo
       LAb        SIb  MIb
questa notte incontrerò
MIb            DOm           SIb
   Mentre nel mondo tutti dormono
         LAb       SIb   MIb
così anch'io mi sveglierò
MIb            DOm
con la sveglia scarica ormai
          SIb                   LAb
e con mia madre che mi dice "Dai
     SIb MIb                  DOm
come fai tutte le volte a non svegliarti mai"
        SIb               LAb
e tutto questo finirà così
          SIb  DOm
ma adesso sono qui

L'uomo dietro al banco della hall
un tipo losco che di più non si può
a bassa voce si avvicina a me
"Nella stanza 106 la attendono"

Un corridoio che non finisce mai
finalmente arrivo alla 106
in penombra dentro ci sei tu
le tue gambe lunghe che si muovono

Ma la stanza accanto è aperta e vedo che
tutti i miei giocattoli, i miei sogni, i miei perchè
sono in una stanza del Dream Motel

La Donna, il Sogno e il Grande incubo
vado e non mi fermerò
mentre nel mondo tutti dormono
così anch'io mi sveglierò
con la sveglia scarica ormai
e con mia madre che mi dice "Dai
come fai tutte le volte a non svegliarti mai"
e tutto questo finirà così
ma adesso sono qui

Prendo le mie cose e scappo via
devo raggiungere la portineria
ad ogni costo devo uscire di qui
però tutti nel motel si svegliano

Sento i passi correr dietro di me
un cacchio di seconda uscita non c'è
finalmente sono fuori di lì
poco prima che loro mi trovino

In fondo al viale la tua auto e dentro te
ma stavolta non ti seguo più nemmeno se
me lo regali il Dream Motel

La Donna, il Sogno e il Grande Incubo
vado via e non tornerò
mentre nel mondo tutti dormono
poi anch'io mi sveglierò
con la sveglia scarica ormai
e con mia madre che mi dice "Dai
come fai tutte le volte a non svegliarti mai"
e tutto questo finirà così
a un secolo da qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here