La giostra di Bastian

Album

È contenuto nei seguenti album:

1990 Il pianoforte .jpg 1990 Il pianoforte non è il mio forte
Baccini and Best Friends.jpeg 1997 Baccini and Best Friends (con Giorgio Conte)

Testo Della Canzone

La giostra di Bastian di Francesco Baccini

Sopra la giostra di Bastian ti porterò
Ezio una foto ci farà
coppie di amici sui cavalli bianchi
arabi e bianchi
ha gli occhi grigi e i capelli neri e blu
sembra incrociata con gli apaches
è la padrona di Bastian
e i giri sono belli, i giri sono lunghi

Sopra la giostra di Bastian
quanti sederi han dondolato
generazioni quante ma in piedi sulla staffa
braccio allungato hanno afferrato con destrezza
l’anello lucido appeso a quella boccia

Sopra la giostra di Bastian, poi, nevicò
non resse più e si sfondò
la cartapesta e le aste lucide di ottone
neanche il motore si salvò
con gli occhi grigi ed i capelli bianchi e blu
raccolse tutto e se ne andò
senza neanche una sovvenzione sul suo carrozzone

Sopra la giostra di Bastian
quanti sederi e gonne al vento
se vuoi vederne ancora uno, amico mio
di quei cavalli di Bastian
è nell’ingresso a tener su paltò e soprabiti, impermeabili
me l’ha venduto la padrona di Bastian
io l’ho comprato e messo lì
a ricordarmi notte e dì
che i giri erano belli, i giri erano lunghi,
i giri erano belli, i giri erano lunghi,
i giri erano belli, i giri erano lunghi…

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here