La mia faccia – Pooh

Album

È contenuto nei seguenti album:

1992 Il cielo è blu sopra le nuvole
1995 Buonanotte ai suonatori

Testo Della Canzone

La mia faccia – Pooh di Pooh

(FacchinettiNegrini)

la mia faccia
Se non fossi io
questo io di adesso
io con la mia faccia
me lo chiedo spesso sai
cosa sarei
il meccanico che ha l’anima
molto più pulita delle mani
o il furbo
che non se le sporca mai
Se io fossi il Gino
che lavora al bar
io con la mia faccia
dietro al banco e allo scontrino
chi sarei?
Un cretino tutto sport e sesso
o l’amico grosso e intelligente
che sa tutto delle donne e
della gente
Io e te
guarda questa faccia mia
quel che abbiamo ormai nessuno
ce lo può portare via
Io per te
col sudore sul mio viso
saprei far l’impalcatura
per portarti in paradiso
Se io fossi il mago delle serrature
quanti tuoi silenzi
riuscirei ad aprire
E se tu da altre braccia
fossi stata presa
sarei io con la mia faccia a
riportarti a casa (STACCO)
Se io fossi un prete
ma di quelli giusti
io con la mia faccia
di quale Dio in chiesa parlerei
alla gente che i miracoli
se li fa da sola tutti i giorni
aspettando Gesù Cristo
che ritorni?
Io e te
con la faccia tua e mia
quel che siamo ormai nessuno
ce lo può portare via
Io per te
senza prendere aeroplani
anche se non ho le ali
volo con le mani
Se io fossi un inventore mai capito
a quante macchine il tuo nome
avrei già dato!
E se tu da altre braccia
fossi stata presa
sarei io con la mia faccia
a riportarti a casa…
riportarti a casa…
ah… ah… ah… ah…
riportarti a casa…
Ah… Ah… ah…

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here