Lettera da Marienbad

Album

È contenuto nei seguenti album:

1984 I nostri anni senza fiato
1995 Pooh Book

Testo Della Canzone

Lettera da Marienbad di Pooh

sono contento
si e’ alzato un po’ il vento
la nebbia cadra’
nasce il mattino
la notte di meno
ed eccomi qua.
la pianura e la radio straniera
si sente da un po’
non sono stanco, la guida e’ sicura
ce la faro’.

questi anni chiusi in una lettera
la tua storia la tua fuga inutile
l’uomo forte che non sa sorridervi
il suo mondo che ti annienta.
non ti avranno
un giorno di piu’
sei tu
vorrai che aspetta laggiu’
la nostra citta’.

la mia casa
e’ ancora cosi’
ci sono pineta e piena di sole
dove vuoi tu.
strada privata villa isolata
nascosta la’
nell’ombra quieta della pineta
abiti qua.

la fontana non e’ molto limpida
anche i fiori sanno d’aria umida
tutto intorno senza sopravvivere
mi domando come hai fatto a viverci.
dal confine all’alba per telefono
dissi solo son venuto a prenderti”
eri sola, sola come al solito
fra un istante tornerai a vivere.
eri sola, sola come al solito
fra un istante tornerai a vivere.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
A#
SONO CONTENTO SI E' ALZATO UN PO' IL VENTO LA NEBBIA CADRA'

                    F                Fsus4
NASCE IL MATTINO LA NOTTE DI MENO ED ECCOMI QUA.

A#                                 Gm
LA PIANURA E LA RADIO STRANIERA SI SENTE DA UN PO'

F                                      A#
NON SONO STANCO, LA GUIDA E' SICURA CE LA FARO'.

A#9                          C
QUESTI ANNI CHIUSI IN UNA LETTERA

F                            A#9
LA TUA STORIA LA TUA FUGA INUTILE

                           C
L'UOMO FORTE CHE NON SA SORRIDERVI

F                            A#
IL SUO MONDO CHE TI ANNIENTA.

       F          Gm
NON TI AVRANNO UN GIORNO DI PIU'

    Ddim  Cm
SEI TU    

       Fdim Cm                A#            F A#
VORRAI CHE ASPETTA LAGGIU' LA NOSTRA CITTA'.  

         F       Gm     F  Ddim
LA MIA CASA E' ANCORA COSI'

   Cm       G7      Cm    F7   A#        F
CI SONO PINETA E PIENA DI SOLE DOVE VUOI TU.

A#
STRADA PRIVATA VILLA ISOLATA NASCOSTA LA'

                     F         Fsus4     A# C D
NELL'OMBRA QUIETA DELLA PINETA ABITI QUA.     




E9                      F#
LA FONTANA NON E' MOLTO LIMPIDA

B                          E9
ANCHE I FIORI SANNO D'ARIA UMIDA

                          F#
TUTTO INTORNO SENZA SOPRAVVIVERE

B                           E9
MI DOMANDO COME HAI FATTO A VIVERCI.

                           F#
DAL CONFINE ALL'ALBA PER TELEFONO

B                           E9
DISSI SOLO SON VENUTO A PRENDERTI"

                         F#
ERI SOLA, SOLA COME AL SOLITO

B                           E9
FRA UN ISTANTE TORNERAI A VIVERE.

                         F#
ERI SOLA, SOLA COME AL SOLITO

B                         E9     F#9 F# B E9
FRA UN ISTANTE TORNERAI A VIVERE.   

***

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here