Romanzo d’appendice

Album

È contenuto nei seguenti album:
1984 Immagine italiana

Testo Della Canzone

Romanzo d'appendice di Gianni Morandi

(MogolMinghi)

Cara no non sono più da solo
mia cara no non sono morto senza te
c’è qualcuno che mi vuol bene
una donna di nuovo mi appartiene
non tocco forse il cielo sai
ma non ho freddo quasi mai

Cara no non assomiglia te
anche se non si può dire sia meno bella
peccato che per un nonnulla
lei si rattrista d’improvviso
non parla più
le passa un’ombra sopra il viso
e sembra quasi voglia dirmi

Questa maledetta voglia
eterna di lei ma perché
questa macchia in fondo al cuore
mista d’odio e d’amore ma cos’è
non si può ne cancellare
ne scolorire mai

ne con nuove passioni
ne col passar del tempo
ne con altre emozioni

Io che odio
le storie trucide d’amore
sono chiuso
in un romanzo d’appendice
non mi piace
lei che tace
che si rattrista d’improvviso
e non parla più
lo sguardo attento sempre acceso
che sembra quasi voglia dire

Questa maledetta voglia
eterna di lei ma perché
questa macchia in fondo al cuore
mista d’odio e d’amore ma cos’è
non si può ne cancellare
ne scolorire mai

ne con nuove passioni
ne col passar del tempo
ne con altre emozioni.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here