Serenata – Toto Cotugno

Album

È contenuto nei seguenti album:

1980 Solo noi
1990 The very best of Toto Cutugno

Testo Della Canzone

Serenata – Toto Cotugno – Festival di Sanremo 1984

(di Toto CutugnoPallavicini)
Toto Cutugno

Serenata quasi a mezzanotte
guardie e ladri che si fanno a botte
e i ragazzi da soli
sono ancora romantici.
Serenata per i separati
e i bambini soli e un po’ sperduti
che si addormentano
tardi con mamma TV
Serenata per i governanti
se cantassero andremmo piu’ avanti
per i pensionati
un’anno e un soldo in piu’
Serenata per i gatti neri
per i vecchi artisti e i camerieri
Per chi vende l’amore
lungo la via

Affacciati alla finestra bella mia
t’invento una canzone e una poesia
E metti il vestito piu’ bello e andiamo via
un gatto e un cuore e tu
che compagnia!

Serenata forse un po’ ruffiana
ma sa di pane caldo ed e’ paesana
come una domenica
quando era domemca
Serenata per i giorialisti
con l’inchiostro ancora sulle mani
che nella notte hanno scritto
e sanno giа’ il domani

Affaciati alla finestra bella mia
t’invento una canzone e una poesia
E metti il vestito piu’ bello e andiamo via
un gatto e un cuore e tu
che compagnia!

Affaciati alla finestra bella mia
nell’aria c’e’ una voglia di allegria
Serenata amica della Luna
se la canti portera’ fortuna
Serenata serenata

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

 


[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
E Am E


Am
Serenata  quasi a mezzanotte,

          E
guardie e ladri che si fanno a botte

                                    Am
e i ragazzi, da soli, sono ancora romantici.

      C
Serenata per i separati

       G
e i bambini soli e un po' sperduti

Dm                                       E
che si addormentano tardi con mamma TiVu.

E7    Am
serenata per i governanti,

         E
se cantassero andremmo piu' avanti,

                            Am
per i pensionati, un anno e un soldo in piu'.

      C
Serenata per i gatti neri,

         G
per i vecchi artisti e i camerieri,

Dm                                E
per chi vede l'amore lungo la via.

     A              C#m         A
Affacciati alla finestra, balla mia,

                   AM7         Bm
t'invento una canzone e una poesia.

     Bm7                     E9           E
E mattiti il vestito piu' bello e andiamo via,

   E7                                   Am
un gatto e un cuore e tu, che compagnia!

F   A#m
Serenata forse un po' ruffiana

         F
ma sa di pane caldo ed e' paesana

                                  A#m
coma una domenica, quando era domenica.

      C#
Serenata per i giornalisti

            G#
con l'inchiostro ancora sulle mani,

D#m                                               F
che nella notte hanno scritto e sanno gia' il domani.

     A#                  Dm         A#
Affacciati alla finestra, bella mia,

                   A#M7        Cm
t'invento una canzone e una poesia.

     Cm7                   Cm6          F
E matti il vestito piu' bello e andiamo via,

      F7                  Cm            A#
un gatto e un cuore e tu, che compagnia!

F    A#             Dm          A#
Affacciati alla finestra, bella mia,

                     A#7         D#6
nell'aria c'e' una voglia di allegria.

      D#m6              D#m
Serenata, amica della luna,

      A#                  G
se la canti portera' fortuna.

      Cm   F     A#
Serenata...Serenata.

F#   B              D#m             B
Affacciati alla finestra, bella mia,

                     B7          E
nell'aria c'e' una voglia di allegria.

      Em6               Em
Serenata, amica della luna,

      B                   G#
se la canti portera' fortuna.

      E    F#    B
Serenata...Serenata.

****

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here