Supersantos

Album

È contenuto nei seguenti album:

2005 The dark side of the moonnezz

Testo Della Canzone

Supersantos di Tony Tammaro

Testo e musica: TonitammaroLuca Sepe

Nel cortile della nostra giovinezza

giocavamo in mezzo ai sacchi di monnezza

un pallone, quattro tiri in una porta

e ‘na vecchia che alluccava: – Chi v’è…-

Sotto il ponte della vecchia ferrovia

con un tiro sotto un treno andasti via

ti ricordo con affetto o mio pallone

e ti voglio dedicare una canzone:

Supersantos, Supersantos

una macchia di arancione in mezzo al blu

Supersantos, Supersantos

se si schiatta con un chiodo lui fa pfhhh

Quante volte ti ho tirato dentro a un vetro

quante volte tu non sei tornato indietro

quante volte sei finito nel terrazzo

del signore al quarto piano del palazzo

quante volte sei finito dentro al mare

e ti ho perso perché io non so nuotare

quante volte cù ‘na granda rovesciata

ho segnato…ma nella porta sbagliata!

Supersantos, Supersantos

una macchia di arancione in mezzo al blu

Supersantos, Supersantos

che finivi sempre dentro alla puppù

Quante volte con un tiro di rinvio

ho scassato quattro piante di mio zio

quante volte, caro amico, ti ho salvato

quante volte invece poi ti hanno schiattato

perché al mondo, sai, non tutti sono buoni

e la gente se la prende coi palloni

mentre io per te ho rischiato anche la vita

quando un cano è entrato dentro la partita

Supersantos, Supersantos

una macchia di arancione in mezzo al blu

Supersantos, Supersantos…

RE MI

Sulle strade della vita…

RE MI

quanno vaco a ffà ‘na gita…

RE MI LA

dentro il cofano di dietro ci sei tu

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
LA  FA#m  RE  MI

 

Nel cortile della nostra giovinezza

giocavamo in mezzo ai sacchi di monnezza

un pallone, quattro tiri in una porta

e 'na vecchia che alluccava: - Chi v'è...-

Sotto il ponte della vecchia ferrovia

con un tiro sotto un treno andasti via

ti ricordo con affetto o mio pallone

e ti voglio dedicare una canzone:

 

     Supersantos, Supersantos

     una macchia di arancione in mezzo al blu

     Supersantos, Supersantos

     se si schiatta con un chiodo lui fa pfhhh

 

Quante volte ti ho tirato dentro a un vetro

quante volte tu non sei tornato indietro

quante volte sei finito nel terrazzo

del signore al quarto piano del palazzo

quante volte sei finito dentro al mare

e ti ho perso perché io non so nuotare

quante volte cù 'na granda rovesciata

ho segnato...ma nella porta sbagliata!

 

     Supersantos, Supersantos

     una macchia di arancione in mezzo al blu

     Supersantos, Supersantos

     che finivi sempre dentro alla puppù

 

Quante volte con un tiro di rinvio

ho scassato quattro piante di mio zio

quante volte, caro amico, ti ho salvato

quante volte invece poi ti hanno schiattato

perché al mondo, sai, non tutti sono buoni

e la gente se la prende coi palloni

mentre io per te ho rischiato anche la vita

quando un cano è entrato dentro la partita

 

     Supersantos, Supersantos

     una macchia di arancione in mezzo al blu

     Supersantos, Supersantos...

 

      RE           MI

Sulle strade della vita...

       RE             MI

quanno vaco a ffà 'na gita...

          RE        MI            LA

dentro il cofano di dietro ci sei tu

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here