‘A giuventù va ‘e pressa

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

'A giuventù va 'e pressa di Canzoni Napoletane

(Di Gianni – Lama)

Si mamma toja t’ha ditto,
si mamma toja t’ha ditto,
ca sulo per iscritto
nuje putimmo amoreggiá…
Dincello che a chest’epoca,
cu ll’aeroplano e ‘a radio,
‘o munno è allèro e facile:
Vulanno puó’ spusá…
vulanno puó’ spusá!

Strignímmoce, vasámmoce,
cha giuventù va ‘e pressa…
Scetámmoce, spassámmoce,
ch
a giuventù ce lassa…
Nu vaso pe Camaldule,
n’abbraccio â part
o Vommero…
Ma ‘a sera, pe’ Pusilleco,
t’adduorme ‘mbracci’a me!

Mo só’ schiuppate ‘e rrose,
mo só’ schiuppate ‘e rrose,
e i’ penzo a tanta cose
prufumate comm’a che…
Fernímmola cu ‘e llettere,
só’ ‘e vase ca ce aspettano…
mo sti ciardine ‘e Napule,
se ‘nfiorano pe’ te…
se ‘nfiorano pe’ te!

Strignímmoce, vasámmoce,
cha giuventù va ‘e pressa…

Tu hê ‘ntiso che sfurtuna!?
Tu hê ‘ntiso che sfurtuna!?
Mo parlano d
a luna
ca, da ‘o cielo, ha da cadé…
Pe’ te stu fatto è serio…
nun ce perdimmo ‘nchiacchiere!
Si cade ‘a luna ‘e Napule,
chi luce ‘nfronte a te?
Chi luce ‘nfronte a te?

Strignímmoce, vasámmoce,
che ‘a giuventù va ‘e pressa.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here