A me gli occhi

Album

È contenuto nei seguenti album:

2002 Radio station

Testo Della Canzone

A me gli occhi di Patty Pravo

(Mario TroncoGiuseppe Servillo)

A me gli occhi per favore
proverò ad incantarti solamente per le prossime due ore
mi dicevi a che serve poi parlare
se possiamo stare insieme anche con un solo si
Un giardino di carezze sopra il mare
era quello che alle orecchie mi sapevi raccontare
dammi ancora le tue mani con dolore
le promesse tue d’onore che non hai giurato mai
Io so cosa non vorrei
Io so cosa non mi piace
non basta però
ma non basta vivere
questo inutile silenzio non basta
no, non ci basta
non basta perciò
Io vorrei una parola da mangiare
come un piatto che si rompa senza troppo rimbalzare
ma è più facile andare coi ricordi
io già penso delle cose che non ti racconto più
Io so cosa non vorrei
io so cosa non mi piace
non basta però
ma non basta vivere
questo inutile silenzio non basta
no, non ci basta
no, non ci basta
non basta perciò
Io so cosa non vorrei
io so cosa non mi piace
non basta però
ma non basta vivere
questo inutile silenzio non basta
no, non ci basta
non basta perciò

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here