A voi romani

Album

È contenuto nei seguenti album:

1979 Alberto Fortis
1991 Fortissimo
2009 Concerto dal vivo
2010 Concerto dal vivo

Testo Della Canzone

A voi romani di Alberto Fortis

E vi odio voi romani, io vi odio tutti quanti,
brutta banda di ruffiani e di intriganti,
cammuffati bene o male, da intellettuali e santi,
io vi odio a voi romani tutti quanti.

Siete falsi come Giuda, e dirvi Giuda e’ un complimento,
e vivete ancora adesso avanti Cristo,
e trattate gli altri come i vostri nonni coi cristiani,
io vi odio a tutti quanti voi romani.

“Mamma lupa – poveretta – si e’ svenata con i denti”
il giornale ha riportato con stupore:
“non poteva sopportare che il suo popolo invasore
diventasse una colonia di invadenti”.

E vi odio a voi romani, io vi odio tutti quanti,
distruttori di finanze e nati stanchi,
siete un peso alla nazione, siete proprio brutta gente,
io ti odio grande Roma decadente.

Sui tombini delle fogne, come tanti scudi antichi,
ci scrivete ancora SPQR,
ma guardatevi, a dottori, siete molli come fichi
e poi andiamo, non e’ piu’ tempo di guerre.

E vi odio a voi romani, io vi odio tutti quanti,
brutta banda di ruffiani e di intriganti,
cammuffati bene o male, siete sempre farabutti,
io vi odio a voi romani, vi odio tutti

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
RE  SOL

     RE                       SOL         RE      SOL
E vi odio a voi Romani, io vi odio tutti quanti
 RE                              LA
brutta banda di ruffiani ed intriganti
     SOL         LA           RE         SI-
camuffati bene o male da intellettuali e santi
      SOL          LA         RE        LA SOL  RE  SOL  RE  LA  RE LA  SOL 
io vi odio a voi Romani tutti quanti.   RE SOL  RE  LA   RE  SOL RE
SOL   RE                       SOL              RE  SOL
Siete falsi come Giuda e dirvi Giuda è un complimento
  RE SOL                       LA
e vivete ancora adesso avanti Cristo
     SOL              LA            RE          SI-
e trattate gli altri come i vostri nonni coi cristiani
      SOL           LA            RE  LA SOL
io vi odio a tutti quanti voi Romani.
SOL   RE                   SOL           RE    SOL
Mamma lupa poveretta si è svenata con i denti
   RE   SOL                       LA
il giornale ha riportato con stupore:
        SOL        LA              RE         SI-
" non poteva sopportare che il suo popolo invasore
  SOL            LA              RE  LA SOL
diventasse una colonia di invadenti ".
SOL  RE                       SOL         RE     SOL
E vi odio a voi Romani, io vi odio tutti quanti
RE     SOL                   LA
distruttori di finanze, nati stanchi
         SOL         LA          RE             SI-
siete un peso alla nazione siete proprio brutta gente
      SOL         LA       RE       LA SOL  RE  SOL  RE  LA  RE LA  SOL 
io ti odio grande Roma decadente.   RE SOL  RE  LA   RE  SOL RE
SOL     RE                   SOL         RE      SOL RE
Sui tombini delle fogne come tanti scudi antichi
 SOL                 LA
ci scrivete ancora S.P.Q.R.,
    SOL            LA               RE         SI-
ma guardatevi, " a dottori ", siete molli come fichi
SOL           LA      RE            SOL
e poi, andiamo, non è più tempo di guerre.
RE                            SOL         RE     SOL
E vi odio a voi Romani, io vi odio tutti quanti
  SOL           LA       RE      LA     SOL
brutta banda di ruffiani ed intriganti
     SOL         LA           RE       SI-
camuffati bene o male siete sempre farabutti
   SOL            LA              RE
io vi odio a voi Romani, vi odio tutti. LA SOL  RE  SOL  RE  LA  RE LA  SOL 
                                        RE SOL  RE  LA   RE  SOL RE

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here