Alle donne piacciono i bastardi

Album

È contenuto nei seguenti album:

2001 Tilt

Testo Della Canzone

Alle donne piacciono i bastardi di Gianni Celeste

Ti sfioro il tuo seno ma senti un
coltello
sto cca rind’o lietto ma hai lui
nel cervello
lo sai che e un bastardo
ed’anche un violento
e tu ami lui ed’io mi tormento
se la dolcezza che ho con te
non basta una donna te spiego o
pecche
i lui forse lei il poeta
e ribelle
mentre io adesso ti sfioro la
pelle
capisco che hai voglia di un po
di
mistero
quel fascino strano dell’angelo
nero
e se la dolcezza che io ho con te
non basta una donna
ti dico o pecche
alle done piacciono i bastardi…
quelli che rientrano sempe
sempe tardi e ti schiaffeggiano
se li guardi quelli che nascono
gia
bugiardi
alle donne piacciono …..
vorrei che mi amassi
sono troppo innocente
io quanno te tocco tu nun pruve
niente
paura e piacere e chelle che vuo
nu cjamma pruvato e nun cjammo
pruvate
perche la dolcezza che io ho con
te
non basta una donna e saccio o
pecche
alle done piacciono i bastardi
quelli che rientrano sempe
sempe tardi e ti schiaffeggiano
se li guardi quelli che nascono
gia’ bugiardi
alle donne piacciono i bastardi
e ti schiaffeggiano
se li guardi quelli che nascono
gia bugiardi
alle donne piacciono i
bastardi….
e ti schiaffeggiano
se li guardi quelli che nascono
gia bugiardi
alle donne piacciono i bastardi

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   

A#m A#m7 F#M7 D#m7 


G# G#7 C#9 C# F7 F  A#m                         F#M7
ti sfioro il tuo seno ma senti un coltello 


        Fm7              A#m
sto cca rind'o lietto ma hai lui nel_cervello 
                                  F#M7
lo sai che e un bastardo ed'anche un violento 
     F                A#m
e tu ami lui ed'io mi tormento 
   F#                 C#
se la dolcezza che ho con te 
          D#m          F
non basta una donna te spiego o pecche 

      A#m9
i lui forse lei il poeta e ribelle 
          Fm7          C#6
mentre io adesso ti sfioro la pelle 
        A#m7                    D#m7
capisco che hai voglia di un po di mistero 
          F7              A#m
quel fascino strano dell'angelo nero 
     F#M7            C#9
e se la dolcezza che io ho con te 
    D#m
non basta una donna 
   D#m6
ti dico o pecche 

F                   A#m
alle done piacciono i bastardi 
F# A#m
   quelli che rientrano sempe 
      A#m9  F D#m
sempe tardi   e ti schiaffeggiano 
             A#m
se li guardi quelli che nascono gia bugiardi 
A#m9
alle donne piacciono ..... 

F      A#m9
vorrei che mi amassi 
sono troppo innocente 
          Fm7             C#6
io quanno te tocco tu nun pruve niente 
      A#m7           D#m7
paura e piacere e chelle che vuo 
          F7               A#m
nu cjamma pruvato e nun cjammo pruvate 
       F#M7                C#9
perche la dolcezza che io ho con te 
      D#m                    D#m6
non basta una donna e saccio o pecche 

F                     A#m
alle done piacciono i bastardi 
F# A#m
   quelli che rientrano sempe 
  A#m9      F D#m
sempe tardi   e ti schiaffeggiano 
             A#m
se li guardi quelli che nascono gia bugiardi 
 A#m9         F        A#m
alle donne piacciono i bastardi ... 


F# Bm G Bm Bm9 F# Em
                  e ti schiaffeggiano 
             Bm
se li guardi quelli che nascono gia bugiardi 
 Bm9          F#         Bm
alle donne piacciono i bastardi.... 

G Bm G 

Bm9 F# Em
e ti schiaffeggiano 
             Bm
se li guardi quelli che nascono gia bugiardi 
 Bm9          F#         Bm
alle donne piacciono i bastardi ... 

           G

Bm                    G

            Bm9                F# Em Bm F#sus4 F#
         

Social

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here