Alle venti – Audio 2

Album

È contenuto nei seguenti album:

1995 E=MC2
1998 The best airplay
2002 Sorrisi e canzoni

Testo Della Canzone

Alle venti – Audio 2

Nella stazione l’orologio
il treno il pendolino
la fretta per gli spostamenti a monte

c’e’ sempre un inizio
in ogni cosa che si fa’
c’e’ chi insegna quel che devi fare

gli occhi sbarrati sul tempo futuro
poche le ombre riflesse sul muro
tutto e’ gia’ li’ a portata di mano

ed una musica vola
e come un giro di lancette che si sa’
sovrapposte insieme ad ogni ora
ma libere libere che
sono le venti

sono le venti
sono le venti e dieci si
noi siamo quelli che vedono ancora
imperterriti il telegiornale
siamo contenti
di rivedere i vecchi films
in bianco e nero tu puoi immaginare

a noi sembra normale
che anche l’ago stia fermo li’
a portata di mano

tutto e’ un’incognita tremenda
tutto e’
sempre da provare e da scoprire

il rovescio la medaglia
l’ago che ti punge
si potrebbe anch’essere insensibili

nella valigia c’e’ sempre il profumo
serve a celare l’odore che si ha
ma all’occorrenza ti inventi qualcosa
che non sia solo un’eta’
e come un giro di lancette che si sa’
sovrapposte insieme ad ogni ora
ma libere libere che
sono le venti
sono le venti
sono le venti e dieci si
noi siamo quelli che vedono ancora
imperterriti il telegiornale
siamo contenti
di rivedere i vecchi films
in bianco e nero tu puoi immaginare

a noi sembra normale
che anche l’ago stia fermo li’
a portata di mano

sono le venti
sono le venti e dieci si

Accordi

   
   D                         Bm
Nella stazione l'orologio il treno il pendolino
G                               A
fretta per gli spostamenti a monte
A7        D                            Bm
e sì e no c'è sempre un inizio in ogni cosa che si fa
  G                               A
e c'è chi insegna quel che devi fare
A7              Em7
gli occhi sbarrati sul tempo futuro
           A
poche le ombre riflesse sul muro
               F#m7
tutto è già lì a portata di mano
         Bm
ed una musica vola
                     G
è come un giro di lancette che si sa
      D                Em7
sovrepposte insieme ad ogni ora
   A7     F#7       Bm
ma libere libere che
A       C  A
sono le venti

           D
Sono le venti
           Bm
solo le venti e dieci sì
              Em7               A
noi siamo quelli che vedono ancora
                  D
imperterriti il telegiornale.
A           D
siamo contenti
         Bm
di rivedere i vecchi film
              Em7                  A
in bianco e nero tu puoi immaginare
                Bm
a noi sembra normale
A                    G
che anche l'ago stia fermo lì
D            Em  Em7 A A7
a portata di mano      

{comment:Strumentale}
 D Bm D Bm Em7 F#m7 G A

Eb
Tutto è un'incognita
   Cm7
tremenda tutto è
Ab7                         Bb
sempre da provare e da scoprire
Eb                           Cm            Cm7
il rovescio della medaglia l'ago che ti punge
Ab                            Bb
si potrebbe anche essere insensibili
          Fm
nella valigia c'è sempre il profumo
          Bb
serve a celare l'odore che si ha
               Gm7
ma all'occorrenza t'inventi qualcosa
              Cm
che non sia solo un'età
                     Ab
è come un giro di lancette
                Eb               Fm7
che si sa sovrapposte insieme ad ogni ora
   Bb     G7        Cm
ma libere libere che
Eb      Db   Bb
sono le venti

           Eb
Sono le venti
           Cm
solo le venti e dieci sì
              Fm                Bb
noi siamo quelli che vedono ancora
                  Eb
imperterriti il telegiornale.
Bb          Eb
siamo contenti
         Cm7
di rivedere i vecchi film
              Fm                   Bb
in bianco e nero tu puoi immaginare
                  Cm
a noi sembra normale
Bb                   Ab
che anche l'ago stia fermo lì
Eb           Fm  Bb
a portata di mano

           E
Sono le venti
              C#m7
sono le venti e dieci sì

E C#m7 F#m7 G#m7 A7 B

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here