Andiamo a casa

Album

È contenuto nei seguenti album:

1985 La vita è adesso

Testo Della Canzone

Andiamo a casa di Claudio Baglioni

I miei occhi miopi
persi nel tuo campo biondo di capelli
adesso che stuzzichi
i ricordi ed i tuoi anelli
Ho riempito il cuore
con la polvere da sparo e poi scoppiare
annegando in fondo
ad un bicchiere o in mezzo al mare
Le tue gambe trasparenti nella gonna tesa
musiche da parrucchiere scendono dall’alto
Rido come un coso di una scatola a sorpresa
e asciugo le ferite dal tuo smalto
Un via vai di voci
e visi del colore delle vie di fuori
che perde un po’ di fretta
tra i caffe’ e i liquori
Se il tuo cuore avesse
le finestre io potrei saltarci dentro
e farti trovare tutto a pezzi al tuo rientro
La mia faccia da lepre all’apertura della caccia
si riflette dentro il vetro e le scritte al contrario
Io volevo soffocarti dentro queste braccia
e poi chiudere il sipario
No che non e’ niente
anche se son bianco
forse qui c’e’ troppa gente
sono solo stanco
Andiamo lontano
la’ dove piu’ niente ci puo’ toccare
a vincere il tempo
che abbiamo ancora da ridere e da cantare
e accendere fuochi
per non sentir mai piu’ freddo
Andiamo via insieme
a darci la mano senza vergogna
a viverci dentro
gli occhi strappati dei matti e di chi sogna
ragazzi per sempre
perche’ non andiamo a casa
Quattro frasi fiacche
cadono per terra e nell’indifferenza
avevo un po’ di sicurezza
e son rimasto senza
Domattina mi alzero’ un po’ prima
a far la fila allo sportello
degli amori smarriti
per cercare il nostro poverello
Con due soldi spiegazzati e pagherei miliardi
per sfasciarmi sopra a un letto
e spegnermi nel sonno
prima che mi lasci attraversare dal tuo sguardo
infilzato come un tonno
no va tutto bene
ho dormito poco
fino a che la vita tiene
e va avanti il gioco
Andiamo via presto
in fondo al silenzio per dirci ora
le cose mai dette
e tutte quante le cose da dire ancora
e metter la chiave
del cuore sotto al tappeto
Andiamo via soli
a chiederci un bacio e rubarne cento
in mezzo alla strada
con le guance incavate per bere il vento
che smorza le stelle
perche’ non andiamo a casa
Andiamo via adesso
a comprare un metro di paradiso
a prendere un secchio
per buttarci acqua fresca sul viso
a pensare a un figlio
e a un albero di natale
Andiamo via amore
a mettere a posto la nostra stanza
a starci vicino
quando trovarci vicino non si e’ abbastanza
a chiuder la porta
perche’ non andiamo a casa
andiamo a casa
andiamo a casa

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

Accordi

   
Intr. D A6/D C7+/D G/D
  D             A6/D        C7+/D          G/D           
1 I miei occhi miopi persi nel tuo campo biondo di capelli

Adesso che stuzzichi i ricordi ed i tuoi anelli

Ho riempito il cuore con la polvere da sparo e poi scoppiare

Annegando in fondo ad un bicchiere o in mezzo al mare
  Bm7            A6         A/G         G D/F#
2 Le tue gambe trasparenti nella gonna tesa
Em7         A11           G/D         D A/C#
Musiche da parrucchiere scendono dall'alto
 Bm7          A6           A/G        D
Rido come un coso di una scatola sorpresa
      Em7       A11           G/D
E asciugo le ferite dal suo smalto

1 Un via vai di voci e visi del colore delle vie di fuori

Che perde un po' di fretta tra i caffè e i liquori

Se il tuo cuore avesse le finestre io potrei saltarci dentro

E farti trovare tutto a pezzi al tuo rientro

2 La mia faccia da lepre all'apertura della caccia

Si riflette dentro il vetro e le scritte al contrario
Bm7        A6         A/G            D
Io volevo soffocarti dentro queste braccia
Em7          A11           G/B    A/C#  
Bm/D                                         
E poi chiudere il sipario no che non è niente
G7             F#7    G/B   A/C#     Bm/D        G7         E7   A 
Anche se son bianco  forse qui c'è troppa gente sono solo stanco…
  D          G/D D               A/C#            Bm
3 Andiamo lonta no là dove più niente ci può toccare
             Em/B Bm                                  A     G
A vincere il tem  po  ché abbiamo ancora da ridere e da cantare
             C/G G  Em              A/C#       Bm A  
E accendere fuochi  per non sentir mai più freddo

Andiamo via insieme  a darci la mano senza vergogna

A viverci dentro  gli occhi strappati dei matti e di chi sogna

Ragazzi per sempre  perché non andiamo a casa…

G A Bm G D A E (2)

1 Quattro frasi fiacche cadono per terra e nell'indifferenza

Avevo un po' di sicurezza e son rimasto senza

Domattina mi alzerò un po' prima a far la fila allo sportello

Degli amori smarriti per cercare il nostro  poverello

2 Conto i soldi spiegazzati e pagherei un miliardo

Per sfasciarmi sopra un letto e spegnermi nel sonno

Prima che mi lasci attraversare dal tuo sguardo

Infilzato come un tonno  no  va tutto bene

Ho dormito poco  fino a che la vita tiene  e va avanti il gioco…

3 Andiamo via presto  in fondo al silenzio per dirci ora

Le cose mai dette  e tutte quante le cose da dire ancora

E metter la chiave  del cuore sotto il tappeto

Andiamo via soli  a chiederci un bacio e rubarne cento

In mezzo alla strada  con le guance incavate per bere il vento

Che smorza le stelle  perché non andiamo a casa…

Andiamo via adesso  a comprare un metro di paradiso

A prendere un secchio per buttarci acqua fresca sul viso

A pensare a un figlio  e a un albero di Natale

Andiamo via amore  a mettere a posto la nostra stanza

A starci vicino  quando trovarci vicino non sia abbastanza

A chiuder la porta  perché non andiamo a casa…  andiamo a casa…

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here