Aria d’ ‘o seicento

Poeti

Poeti Napoletani

Poeti Romani

È la colonna sonora dei seguenti libri:

Testo Della Poesia

Aria d' 'o seicento di Salvatore Di Giacomo

Na mulinarella
ca ‘o ggranò sfrantuma,
sfarina e cunzuma
stu core purzì!
E quanno io lle porto
nu cuofeno chino,
vicino a ‘o mulino
lle dico accussì:
— Oi mulinarella,
si e’ perzo ‘o patrone,
rummaso è ‘o guarzone
ca more pe tte!
Tu mo nun puo’ certo
restà veduvella,
si’ bbona, si’ bella,
ricordate ‘e me!
E si nun me cride,
stu core ‘o vvi’ ccanno!
Tu ‘o puo’, sfarenanno,
cu ll’ acqua mpastà!
E si nun te pare
ca ll’ acqua è cucente,
sti llacreme ardente
ce pozzo mmiscà!
Oi, mulinarella,
ca e’ perzo ‘o patrone,
ce sta stu guarzone
ca more pe tte!
Che faie? Vuo’ pe forza
restà veduvella?
Oi, mulinarella,
ricordate ‘e me!

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here