Autunno – Anastasio Testo con accordi

Wikitesti.com è la più grande enciclopedia musicale italiana, sul nostro sito oltre i testi delle canzoni potete trovare: traduzioni delle canzoni, accordi per chitarra, spartiti musicali,BPM e molto altro.

Di questa canzone sono Disponibili anche:

Accordi per Chitarra

https://www.youtube.com/watch?v=1EzdVVW4Jec

TESTO

Il Testo della della canzone Di: Autunno – Anastasio

Tramonta presto e cadono le foglie
cadono le case, cadono le nuvole

Yao
scendetemi di dosso ‘mo
datemi aria che altrimenti non mi ossido
io bevo aceto e mangio tossico
cammino sui tizzoni respirando nel monossido
e mi intossico e qualcosa da dire ce l’ho
ma col cazzo che dò il buon esempio
porto un sacrificio nel tempio del flow
suoni di un nuovo linguaggio
lacero il velo del tempo
ed inverto il flusso dei fiumi ed il soffio del vento
padre mi svegli se svengo, è denso sto fumo d’incenso
sento un rumore di sparo ed inalo un profumo d’immenso
vedo bianco, un getto di vapore caldo che brucia negli occhi ma soffoca il pianto
fiato spezzato, lingua secca e sangue rappreso
lo scheletro fuori dal feretro della carne
cullato dalle braccia stanche
dell’uomo senza volto che canterà lento le sue ninna nanne
particelle nelle cellule si muovono sui tempi segreti
sui quali ballano stelle e libellule
il valzer folle che muove le folle
stacca le foglie, accorcia le ore
e dona il fiore alle calendule
la falce del verso che miete un prato che è sempre lo stesso
colpi di scure, invano su un ceppo indefesso
e c’è uno strato denso che ricopre il mondo
dai, giochiamo a chi fa il fosso più profondo
giochiamo a chi fa il fosso più profondo

Tramonta presto
cadono le foglie
cadono le case
cadono le nuvole
tramonta presto
cadono le foglie
cadono le case
cadono le nuvole
tramonta presto
cadono le foglie
cadono le case
cadono le nuvole
tramonta presto
cadono le foglie
cadono le case
cadono le nuvole

Osservo il sole che scompare tra le onde
il cielo sanguina e si allungano le ombre
io vivo di calore quando il giorno muore
getto un amo dietro l’orizzonte a ripescare il sole
forse un giorno smetterò di contare i rintocchi
niente giorni, niente notti, niente borse sotto agli occhi
e le lancette smetteranno di inseguirsi e verranno a patti
e forse gli attimi saranno fissi, congelati
si ghiacceranno i prati ed i fiumi e gli abissi,
i prati ed i fiumi e gli abissi,
i prati ed i fiumi, i prati e gli abissi
i fiumi, i prati e gli abissi

Di questa canzone sono Disponibili anche:

Accordi per Chitarra

Ecco una serie di risorse utili per Anastasio in costante aggiornamento

Tutti i TESTI delle canzoni di Anastasio

Tutti gli ACCORDI PER CHITARRA delle canzoni di Anastasio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here