Brutte parole molto velate

Album

È contenuto nei seguenti album:

2003 Abitudini e no

Testo Della Canzone

Brutte parole molto velate di Collage

Non posso dire che potresti avere
il nome di un antica città
Famosa per un cavallo di legno
Sarebbe come dire un po
Che vendi la tua merce accanto ad un falò
Di quel signore molto effeminato allora noi diciamo
Che ha soltanto un paio d’orecchie grandi
Ma guarda un po’ quale grande importanza
Ha questa molla che mantiene ferma la pazienza
Io vorrei chiedere al pilota che mi taglia la strada
Cosa sono quelle strane escrescenze
Protuberanze che si ergono diritte
Sotto il tetto della macchina dalla tua fronte
Magari poi gli vorrei fare presente
Che è soltanto un ammasso di cibo assimilato
E trasformato quindi naturalmente
In cio che l’organismo libera da sé come niente
Brutte parole molto velate
Chissà poi perché metaforizzate
Non hanno quasi mai lo stesso sapore che dire
“Lei caro signore è questo,
è quello, oppur quest’ altro!”
Brutte parole molto velate
Quand’è il momento vanno pronunciate
Pur conservando un elegante vigore
Invece di stare a mangiarsi il cuore
E non reagire con passione
Quella ragazza con un ‘aria presuntuosa
Io le vorrei dire “tu sei solamente aria,
non una brezza profumata
né il profumo di un prato,
ma un olezzo peggio definito,
Ai tipi duri e tutt’ un pezzo
Vorrei far capire
quanto siano uguali ad attributi umani,
Ed elencarne la completa discendenza
con vivace descrittività
Brutte parole molto velate
Chissà mai perché metaforizzate
Non hanno quasi mai lo stesso sapore che dire
“Lei caro signore è questo,
è quello, oppur quest’ altro!”
Brutte parole molto velate
Quand’è il momento vanno pronunciate
Pur conservando un elegante vigore
Invece di stare a mangiarsi il cuore
E non reagire con passione

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here