Canzone per i desaparecidos

Introduzione

Indice

Album

È contenuto nei seguenti album:

1996 Quando ci sarai

Testo Della Canzone

Canzone per i desaparecidos di Nomadi

Un palazzo sfavillante

dalle finestre luminose,

un portone assai bugiardo

dell’inferno sottostante.

Terzo piano il più importante

dietro a un tavolo il potere,

una giunta militare

che decide per la morte

Secondo piano grandi saloni

per ricevere gl’onori ,

radunando ambasciatori

di affari generali.

Primo piano stan gli uffici

con gli schedari riservati,

non è aperto mai a nessuno

per informar la gente.

Desaparecido, desaparecido

desaparecido, desaparecido

desaparecido.

Interrati stan gli orrori,

sudan sangue quelle mura

di quei vivi senza voce

fra gli attrezzi di tortura.

Li han contati a migliaia

donne, uomini e bambini

la cultura e la miseria

cancellate dalla terra.

Anche gli uomini di Dio

non han visto né sentito,

hanno perso il coraggio

di un messaggio di pietà.

Desaparecido, desaparecido

desaparecido, desaparecido

desaparecido.

Quegli orrori son finiti,

confessati ormai si sono,

perdonati dalla legge,

chi è rimasto ricorderà.

Non han tombe neanche croci,

non han volto quelle voci,

sono un nome in qual foglio,

a cercar la verità.

Nella piazza 1° Maggio

una folla silenziosa

tiene viva quella voce,

di scomparsi senza colpa.

Desaparecido, desaparecido

desaparecido, desaparecido

desaparecido.

Desaparecido, desaparecido

desaparecido, desaparecido

desaparecido.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here