Canzuncella pe’ furastiere

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Canzuncella pe' furastiere di Canzoni Napoletane

(PisanoFalvo)
Gilda MignonetteAntonio BuonomoAnnalisa FuscoMario AbbateOlivia SpencerSergio BruniLino D’Alesio
* Gianni Celeste1999 Passato e presente

Quanno a Napule sponta ‘a luna,
pare overo nu riflettore!…
Ce se ‘ncantano ‘e furastiere:
nun se pònno capacitá…

‘O Francese, sfrancesianno,
dice ‘nfaccia a na Miss inglese:
“Questa luna non è francese,
questa è luna napolitan…”

No, furastiero, chesta è stessa luna,
ca guarda ‘a sera, Londra e Margellina,
ma llá nisciuno canta pe’ nisciuna…
e ccá pustegge, ammore…e ‘sta marina…

E ‘a luna vò’ sapè…
vò’ sèntere e vedé…
pe’ chesto ride e luce
comm’a che…

Me diceva n’Americano,
ll’atu juorno, guardanno ‘o mare:
“Molto bello, quanti colori,
in America non cosí…

Anche pesce molto odoroso,
più movibile, più squisito…
Se toccare sol con un dito,
io vedere freccechiá…”

No, Americano mio, siete in errore…
stu mare è tale e quale a tutte mare:
E’ il cielo azzurro che gli dá colore
quando, nell’acqua sua, si va a mirare..

Mussiù vassicur’i’
cho fatto va accussí…
Currite â casa
e ghiatencello a dí…

Furastiero cha primma vota,
viene a Napule pe’ capriccio,
te ne parte cu ‘o rrusso ‘nfaccia
e ‘o proposito ‘e riturná…

Nun fa niente ca vaje dicenno
ch’è ‘o paese de vermicielle…
ma ‘sta luna cu tanta stelle,
ma stu mare, chi t
o pò dá?!…

Nuje, furastiero mio, chesto tenimmo:
‘o mare e ‘o cielo bello ch’avantammo…
e ‘o core ca, si troppo ‘o ‘ntennerimmo,
fernesce ca ce ‘o cirche e nuje to dammo!

Perciò tu tuorne ccá,
pe’ chesti nnuvitá
che, a n’atu pizzo,
nun ‘e ppuó’ truvá!…

Perció tu……..

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here