Capodanno – Canzoni Romane

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Capodanno – Canzoni Romane di Canzoni Romane

Ce sta chi sta ‘ngrugnato tutti li santi giorni
chi sta sempre agitato e nun c’è verso che lo carmi
chi è timido, ‘ndeciso, chi è cattivo e senza core
ma l’urtimo dell’anno a tutti torna er bonumore

capodanno
addio a la robba vecchia, bongiorno a quella nova
auguri de fortuna, beato a chi la trova
capodanno
a noi ce basterebbe sortanto ‘n po’ de pace
ma pare che a trovalla nisuno è più capace
capodanno
li mostri pe’ stanotte mettemeli a dormì
è ora d’annasse a divertì

stanotte vale er doppio, stanotte è ‘na gran festa
e pure si domani t’arisveja er mar de testa
pe’ ‘n poco li problemi te li sei dimenticati
pare che pure loro se sieno riposati

capodanno
addio a la robba vecchia, bongiorno a quella nova
auguri de fortuna, beato a chi la trova…

butta li sbaji vecchi fori dalla finestra
vedrai che quarche cosa de bono te ce resta
si ‘st’anno è annato male ce n’è n’artro che promette
perciò buttete a pesce senza stacce lì a riflette

capodanno…

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here