Cara – Lucio Dalla

Bologna - 01 Settembre 1981 - Lucio Dalla durante il concerto alla festa nazionale dell'Unità (Roberto Serra / Iguana Press)

Album

È contenuto nei seguenti album:

1980 Dalla
1986 Dallamericaruso
2006 12000 lune

Testo Della Canzone

Cara – Lucio Dalla

Cosa ho davanti, non riesco più a parlare
dimmi cosa ti piace, non riesco a capire, dove vorresti andare
vuoi andare a dormire.
Quanti capelli che hai, non si riesce a contare
sposta la bottiglia e lasciami guardare
se di tanti capelli ci si può fidare.

Conosco un posto nel mio cuore
dove tira sempre il vento
per i tuoi pochi anni e per i miei che sono cento
non c’è niente da capire, basta sedersi ed ascoltare.
Perché ho scritto una canzone per ogni pentimento
e debbo stare attento a non cadere nel vino
o finir dentro ai tuoi occhi, se mi vieni più vicino………

La notte ha il suo profumo e puoi cascarci dentro
che non ti vede nessuno
ma per uno come me, poveretto, che voleva prenderti per mano
e cascare dentro un letto…..
che pena… che nostalgia
non guardarti negli occhi e dirti un’altra bugia
Ah, almeno non ti avessi incontrato
io che qui sto morendo e tu che mangi il gelato.

Tu corri dietro al vento e sembri una farfalla
e con quanto sentimento ti blocchi e guardi la mia spalla
se hai paura a andar lontano, puoi volarmi nella mano
ma so già cosa pensi, tu vorresti partire
come se andare lontano fosse uguale a morire
e non c’e’ niente di strano ma non posso venire

Così come una farfalla ti sei alzata per scappare
ma ricorda che a quel muro ti avrei potuta inchiodare
se non fossi uscito fuori per provare anch’io a volare
e la notte cominciava a gelare la mia pelle
una notte madre che cercava di contare le sue stelle
io lì sotto ero uno sputo e ho detto: -Olé, sono perduto.

La notte sta morendo
ed è cretino cercare di fermare le lacrime ridendo
ma per uno come me l’ho gia detto
che voleva prenderti per mano e volare sopra un tetto.

Lontano si ferma un treno
ma che bella mattina, il cielo e’ sereno
Buonanotte, anima mia
adesso spengo la luce e così sia


[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

CM7 G C6 Am F C G C6 C F

C
COSA HO DAVANTI,

    F
NON RIESCO PIU A PARLARE

 G7
DIMMI COSA TI PIACE,

Em
NON RIESCO A CAPIRE,

Dm7              CM7
DOVE VORRESTI ANDARE

F                   C G C6
VUOI ANDARE A DORMIRE

C
QUANTI CAPELLI CHE HAI,

                       F
NON SI RIESCE A CONTARE

SPOSTA LA BOTTIGLIA

G
E LASCIAMI GUARDARE

Em7
SE DI TANTI CAPELLI,

Dm           C  Dm
CI SI PUO FIDARE

C
CONOSCO UN POSTO NEL MIO CUORE

     C9
DOVE TIRA SEMPRE IL VENTO

  F
PER I TUOI POCHI ANNI

    G7
E PER I MIEI CHE SONO CENTO

 Em7
NON C'E NIENTE DA CAPIRE,

    F9                  C Dm7
BASTA SEDERSI ED ASCOLTARE

C
PERCHE HO SCRITTO UNA CANZONE

PER OGNI PENTIMENTO

  F
E DEBBO STARE ATTENTO

  G7
A NON CADERE NEL VINO

   Em
E FINIR DENTRO AI TUOI OCCHI,

 Dm7               C   Dm7
SE MI VIENI PIU VICINO.

F9    Gm7
LA NOTTE HA IL SUO PROFUMO

     Gm
E PUOI CASCARCI DENTRO

F
CHE NON TI VEDE NESSUNO

        Gm
MA PER UNO COME ME POVERETTO

                      Dm
CHE VOLEVA PRENDERTI PER MANO

          Dm7             D7
E CASCARE DENTRO UN LETTO.

      Gm     C7       F
CHE PENA.CHE NOSTALGIA

D7                    Gm
NON GUARDARTI NEGLI OCCHI

C9                  Dm
E DIRTI UN'ALTRA BUGIA

Dm7           Gm                 F9
A.ALMENO NON TI AVESSI INCONTRATO

D7               Gm
IO CHE QUI STO MORENDO

C7                      Dm
E TU CHE MANGI IL GELATO

C
TU CORRI DIETRO IL VENTO

   G
E SEMBRI UNA FARFALLA

    F
E CON QUANTO SENTIMENTO

     G
TI BLOCCHI E GUARDI LA MIA SPALLA

     Em7
SE HAI PAURA A ANDAR LONTANO,

 F9                 C  G7
PUOI VOLARMI NELLA MANO

C
MA SO GIA COSA PENSI,

 G
TU VORRESTI PARTIRE

     F
COME SE ANDARE LONTANO

    G
FOSSE UGUALE A MORIRE

   Em7
E NON C'E NIENTE DI STRANO

 F9             C  F9
MA NON POSSO VENIRE

C
E LA NOTTE COMINCIAVA

   G
A GELARE LA MIA PELLE

     F
UNA NOTTE MADRE CHE CERCAVA

   G
DI CONTARE LE SUE STELLE

      Em7
IO LI SOTTO ERO UNO SPUTO

  F9                     C G7
E HO DETTO OLE SONO PERDUTO

C
TU CORRI DIETRO IL VENTO

  G
E SEMBRI UNA FARFALLA

  F
E CON QUANTO SENTIMENTO

      G
TI BLOCCHI E GUARDI LA MIA SPALLA

     Em7
SE HAI PAURA A ANDAR LONTANO,

F9                  C  Dm7 Em
PUOI VOLARMI NELLA MANO

F   Gm
LA NOTTE STA MORENDO

                               F
ED E'CRETINO CERCARE DI FERMARE

LE LACRIME RIDENDO

       Gm
MA PER UNO COME ME L'HO GIA DETTO

                         Dm
CHE VOLEVA PRENDERTI PER MANO

          Dm7          D7
E VOLARE SOPRA UN TETTO

Gm             C7        F
LONTANO SI FERMA UN TRENO

D7               Gm
MA CHE BELLA MATTINA

C9               Dm D7
IL CIELO E SERENO

Gm          C7 F
BUONANOTTE A   NIMA MIA

        D7
ADESSO SPENGO LA LUCE

Gm          Dm
E COSI SIA..

Gm7 Dm D G D Bm Am G D D7 G D Bm Am G D D7 G D9 D Bm Am G D D7 G

***

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here