Cenere e cemento

Album

È contenuto nei seguenti album:

2002 Secondo Luca

Testo Della Canzone

Cenere e cemento di Luca Sepe

(F. Misuraca)

Non capivo cosa sbagliavo Ma mi ritrovavo solo
L’egoismo mio respiravo A mangiarmi il suo vuoto denso e buio

La mia realtà mi faceva male Come una lama di un coltello dentro
Avevo freddo e non riuscivo a cambiare E ritornavo cenere e cemento

Della gente che mi vendeva Non me ne fregava niente
Anche lei che mi ricordava Per la macchina e il conto il banca

Ho capito che nel dolore Sta la forza per continuare
E ho sperato in un sogno e il sole Mentre sempre più solo io non so che fare
Io non so che fare

R: Cenere e Cemento sopra l’irrealtà
Nella realtà del vivere com’è cambiare idea?
Cenere e cemento
In questa città
Che mi stringe l’anima
Che mi annullerà
Oh cenere sarà
Cenere sarà

Non capivo perché sapevo Di sbagliarmi ma continuavo
Non cambiando la direzione Per sperare nell’emozione

Di un sipario che tratteneva I miei sogni i miei tagli dentro
Dalla gente mi separava E tornavo cenere e cemento

Tra i miei dubbi le incomprensioni Le valige pronte sul letto
Ora passo e chiudo per tornare E comunque da solo
Non lo so che fare Io non so che fare

R: Cenere e Cemento sopra l’irrealtà
Nella realtà del vivere com’è cambiare idea?
Cenere e cemento
In questa città
Che mi stringe l’anima
Che mi annullerà
Oh cenere sarà
Cenere sarà

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here