Che bel che iera

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Che bel che iera di Italia Vaniglio

(di Piero SofficiLuciano Beretta)

Sta vecia fotografia,
fata cinquant’anni fa,
la guardo, la volto, la giro,
cusì tanto tempo xe za pasà!

Un caro de muleria,
tira` da un sgaio museto,
e ogni tanto anche un baseto,
un goto de vin e tanto morbin.

Che bel che iera – co’ierimo giovani,
co’ ierimo poveri – el sol ne scaldava,
quel po’ ne bastava, l’amor che naseva…
per esser contenti – che bel che iera,
Che bel che iera – che bel che iera…

El tempo svola in un lampo,
e presto te riva el momento,
te toca tirà i remi in barca,
e lasarte portar da la corente.

Quanta fadiga fradei,
per gaver un po’ de più da la vita
ma poi ti faria anche ‘l boia,
per poder tornar indrio e no ti pol più.
Che bel che iera.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here