Chissà  chi sarà

Album

È contenuto nei seguenti album:

2002 La notte.jpg 2003 La notte non dormo mai
Forza francesco.jpeg 2001 Forza Francesco

Testo Della Canzone

Chissà chi sarò di Francesco Baccini

Come seduto sul bagno mi sento un imperatore
sono lucido e profondo, leggo per ore
come disteso su un prato divento una formichina
saluto la zia cicala e poi continuo la mia fatica.

E chissà che vita avrò, sarò felice oppure no
ma certo un giorno finirò
forse seduto sul bagno, forse disteso su un prato
perché sono di passaggio su questo treno affollato
e tu stammi vicino e non farmi capire
che fra nemmeno cent’anni saremo foto ingiallite.

Come correndo per strada divento una Ferrari
salgo sui marciapiedi e poi saluto coi fari
come in piedi su un treno che parte da Crotone
mi sento un emigrante con la vita di cartone.

E chissà che faccia avrò, avrò le rughe si oppure no
ma certo un giorno finirò
forse correndo per strada, magari in piedi su un treno
perché qui è tutto veloce come un arcobaleno
e tu stammi vicino e non mi tradire
perché a tradire un amico è quasi meglio morire.

E chissà che voce avrò, sarò stonato si oppure no
ma tutto questo finirà
forse seduto sul bagno, magari in piedi su un treno
forse disteso su un prato guardando l’arcobaleno
e adesso mangi un gelato e poi mi corri vicino
e se ti guardo giocare adesso torno bambino.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here