Domenica – Lucio Dalla

Bologna - 01 Settembre 1981 - Lucio Dalla durante il concerto alla festa nazionale dell'Unità (Roberto Serra / Iguana Press)

Album

È contenuto nei seguenti album:
1994 Henna

Testo Della Canzone

Domenica – Lucio Dalla di Lucio Dalla

Non voglio alzarmi è domenica
Voglio pensare solo a te
A te che dormi su una nuvola
A te con me e a me con te
In fondo è una giornata stupida
Di alternative non ce n’è
Quello che c’è è una noia umida
In questa stanza senza senza te
Vorrei dormire ma è impossibile
M’ammazza il caldo delle tre
Mi vesto, esco come un missile
E’ vuota come me
Domenica d’estate ho freddo senza te
Il sole picchia come un pugile
Ma nel mio cuore nevica…
Potrei buttarmi dentro un cinema
Ma di vedere un porno non mi va
Tengono chiuse anche le chiese qua
In questo cesso di città
Però dal cielo comincia a scendere la sera
Sulle tovaglie di qualche ristorante
Si possono vedere già le stelle
Mentre si accendono qua e là
Non voglio andare a casa è domenica
Voglio pensare solo a te
A te che dormi su una nuvola
A te con me e a me con te..
Domenica d’estate ho freddo senza te
Le stelle ci son tutte ma
Ma nel mio cuore nevica
Domenica d’estate e noi lontani come statue noi perché
Tra poco passa un autobus,
Fa un’altra corsa è l’ultima

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here