Due anni dopo

I Testi di tutte le canzoni del Festival di Sanremo 2020
TUTTE LE CANZONI DI SANREMO 2020

Album

È contenuto nei seguenti album:

1970 Due anni dopo
1988 …Quasi come Dumas…
1998 Guccini Live Collection – Disc 2

Testo Della Canzone

Due anni dopo di Francesco Guccini

Visioni e frasi spezzettate si affacciano di nuovo alla mia mente,
l’inverno e il freddo le han portate, o son cattivi sogni solamente.

Mattino verrà e ti porterà
le silouhettes consuete di parvenze;
poi ti sveglierai e ricercherai
di desideri fragili esistenze…

Lo specchio vede un viso noto, ma hai sempre quella solita paura
che un giorno ti rifletta il vuoto oppure che svanisca la figura.

E ancora non sai se vero tu sei
o immagine da specchi raddoppiata;
nei giorni che avrai però cercherai
l’immagine dai sogni seminata…

L’inverno ha steso le sue mani e nelle strade sfugge ciò che sento.
Son trine bianche e neri rami che cambiano contorno ogni momento.

E ancora non sai come potrai
trovare lungo i muri un’ esperienza;
sapere vorrai, ma ti troverai
due anni dopo al punto di partenza…

E senti ancora quelle voci di mezzi amori e mezze vite accanto;
non sai però se sono vere o sono dentro all’ anima soltanto;

nei sogni che hai, sai che canterai
di fiori che galleggiano sull’acqua.
Nei giorni che avrai ti ritroverai
due anni dopo sempre quella faccia…

La la la la…

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

[nextpage title=”Accordi per chitarra”]

Accordi

   
  Re
Visioni e frasi spezzettate
     Mi7          Sol           Re
si affacciano di nuovo alla mia mente,
		
l'inverno o il freddo le han portate,
  Mi7	       Sol	   Re
o son cattivi sogni solamente.
Sol       Fa#m      Sol6   Re Mi7 La7
Mattino verrà e ti porterà
 Mi7             Sol         Re  Sol
le silouhettes consuete di parvenze;
	   Fa#m  Sol        Re Mi7 La7
poi ti sveglierai e ricercherai
 Mi7        Sol         Re
di desideri fragili esistenze.
Lo specchio vede un viso noto
ma hai sempre quella solita paura
che un giorno ti rifletta il vuoto
oppure che svanisca la figura.
E ancora non sai se è vero che sei
o immagine da specchi raddoppiata;
nei giorni che avrai però cercherai
l'immagine dai sogni seminata.
L'inverno ha steso le sue mani
e nelle strade sfugge ciò che sento.
Son segni bianchi e neri i rami
che cambiano contorno ogni momento.
E ancora non sai come potrai
trovare lungo i muri un'esperienza;
sapere vorrai, ma ti troverai
due anni dopo al punto di partenza.
E senti ancora quelle voci
di mezzi amori e mezze vite accanto;
non sai però se sono vere,
o sono dentro l'anima soltanto;
nei sogni che hai, sai che canterai
di fiori che galleggiano sull'acqua.
Nei giorni che avrai ti ritroverai
due anni dopo sempre quella faccia.
Re    Mi7	Sol	Re
La la la la

I Testi di tutte le canzoni del Festival di Sanremo 2020
TUTTE LE CANZONI DI SANREMO 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here