E poi ci chiamavano teddy boys

Testo Della Canzone

E poi ci chiamavano teddy boys di Canzoni politiche

Anno 1963

Fascisti e missini col capo Michelini
appoggiati da Tambroni facevan da padroni
E poi poi poi ci chiamavano teddy boys

Teatro Margherita volean fare il congressone
ma c’eran i genovesi armati di bastone
E poi poi poi ci chiamavano teddy boys

Le strade e le traverse tutte erano sbarrate
per proteggere i fascisti e le loro buffonate
E poi poi poi ci chiamavano teddy boys

E piazza de Ferrari in un attimo fu presa
fascisti e celerini chiedevano la resa
E poi poi poi ci chiamavano teddy boys

Il 30 giugno è un giorno che passera alla storia
perché la Resistenza coperta fu di gloria
E poi poi poi ci chiamavano teddy boys

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here