Er bove Rosello

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Er bove Rosello di Canzoni Romane

Canzoni Laziali
Graziella Di Prospero

Tengo ‘no bove se chiamma Rosello
se l’è ‘mbarata l’ora di staccare
e quando il sole è giunto ar Monticello
caro Rosello nun vò più arare.

Ara Rosello mio, ara Rosello
‘n’ata votata¹ la vogliamo dare
ca il nostro padrone è poverello
poi ci darà da bere e da mangiare

Caro padrone co’ ‘sta camicia bianga
ca Ddio te pozza dà la vita longa
che a magnà e bbeve c’hai la faccia franga²
ma a lavorà ce l’hai la vita cionga³

E lo padrone mio è ‘nu lione
che de fatica nun se sazzia mmai
tiè sembre quella stessa openione
de fa’ cento vutate a la jurnata

E la matina e sera co’ le stelle
questo padrone ci leva la pelle
questo padrone ci leva la pelle
la stende pe’ le fratte4 e poi la vende.

¹ voltata: giro d’aratro
² sfrontata
³ sciancata
4 cespugli

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here