Eran tre falciatori

Testo Della Canzone

Eran tre falciatori di Canzoni Fiorentine

Canzoni della Toscana
Caterina Bueno

Eran tre falciatori
eran tre falciatori
in un prato a falciar
in un prato a falciar

Col rastrellin dell’oro
la bella a rastrellar

Mentre la rastrellava
suo amor morto trovò

a piangere si mise
e pianse più d’un po’

Colle sue amare lacrime
la bella lo lavò

coi suoi lunghi capelli
la bella l’asciugò

Da capo fino in fondo
la bella lo guardò

e trentadue ferite
la bella gli contò

Colle sue bianche braccia
a casa lo portò

e sul suo bianco letto
la bella lo posò

Trentadue coppie di preti
la bella fe’ invitar

ed altrettante moniche
la bella fe’ pregar

Tre doppi di campane
la bella gli sonò

Fino alla sepoltura
la bella l’accompagnò

Sopra vi fece scrivere
Qui giace du’ amator

l’un morto di coltello
e l’altro per amor.

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here