Fallo pe’ me

Architect looking at blueprints in a building site

Album

È contenuto nei seguenti album:

Testo Della Canzone

Fallo pe' me di Canzoni Romane

Da quanno la sera te ‘ncontro de nascosto
qualcuno straparla nun tie’ la lingua a posto
ce ‘nsurta, c’attacca, nun semo più padroni
de vive la vita come ce piace a noi

fallo pe’ mme, fallo pe’ mme, scordete de la gente
faje sentì, faje vede’ che nun te ‘mporta gniente
viette a sede’, strignete a me, ascorta ‘sto silenzio
solo co’ te ‘sta vita qua cia’ tutto ‘n’artro senso

fallo pe’ mme, fallo pe’ mme, soridi ‘n faccia ar monno
falli parla’, falli sfoga’, nun stalli più a senti’
è ‘scita già la luna, vie’ fori pure te
pe’ ‘st’artra notte ancora fallo pe’ mme

Il testo contenuto in questa pagina è di proprietà dell’autore. WikiTesti è un’enciclopedia musicale con lo scopo di far conoscere a quante più persone possibile il panorama musicale.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here